Michel Godard e Redi Hasa al Castello di Corigliano d’Otranto (Le)

0
378

MICHEL GODARD E REDI HASA INAUGURANO LA FESTA DI UASC AL CASTELLO DI CORIGLIANO D’OTRANTO

Venerdì 1 febbraio (ore 20:30) al Castello Volante di Corigliano d’Otranto, in provincia di Lecce, con “Le jardin d’éden“, duo composto dal   tubista  e   serpentonista francese Michel Godard e dal violoncellista albanese Redi Hasa, prende il via “La Festa di Uasc“. Dalle 18 alle 20 i due musicisti terranno un incontro sull’improvvisazione tra musica antica e jazz. Prima del concerto Godard e Hasa dialogheranno, inoltre, con il giornalista Pierpaolo Lala e con Gabriele Rampino, musicista, compositore e direttore artistico dell’etichetta salentina Dodicilune. Organizzata dall’agenzia salentina di concerti e booking Uasc!, con il sostegno di “Funder 35“, programma promosso da diciotto Fondazioni private con il patrocinio dell’Associazione delle Fondazioni, in collaborazione con CoolClub e con il patrocinio di Comune di Corigliano, Core a Core e Puglia Creativa, la rassegna fino al 19 aprile  proporrà una serie di concerti e incontri tra jazz, canzone d’autore, world music e sonorità tradizionali salentine. 


Redi Hasa è un violoncellista albanese che vive nel Salento da oltre vent’anni. Collaboratore di Ludovico Einaudi, protagonista del duo con la cantante Maria Mazzotta ha suonato con La Notte della Taranta, l’Orchestra popolare italiana, King Naat Veliov, Kocani Orkestra, Mauro Pagani, Rita Marcotulli, Pacifico, BandAdriatica, Officina Zoè, Xanti Yaca, Salento Orchestra, Manigold, Adria, Admir Shkurtaj Trio, Antonio Castrignanò, Enza Pagliara, Valerio Daniele, Rocco Nigro e (in una traccia del suo ultimo disco) con Robert Plant. Michel Godard, musicista e compositore francese, è uno dei pochissimi solisti di tuba e probabilmente l’unico solista di serpentone, strumento, antenato della tuba, che nasce come il basso della famiglia dei cornetti e che non aveva mai goduto di un repertorio solistico. Godard, sviluppando su questo strumento dimenticato il suo enorme talento tecnico, vi esegue un repertorio che va dalla musica del XVI secolo al jazz ed alla musica improvvisata. Nel corso degli ultimi anni ha pubblicato numerosi progetti con l’etichetta pugliese Dodicilune. 

La Festa di Uasc! proseguirà con Francesco Massaro & Bestiario (15 febbraio), un omaggio al cantautore Gianmaria Testa con Massimo Donno e Serena Spedicato (29 marzo), il duo composto dalla cantante Rachele Andrioli e dal fisarmonicista Rocco Nigro (5 aprile) e con il progetto Do’ Lampicon il cantante e tamburellista Lamberto Probo e l’organettista Donatello Pisanello (19 aprile). I concerti saranno preceduti da un breve incontro di presentazione. 

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here