test
mercoledì, Giugno 19, 2024

Cortili Aperti

“CORTILI APERTI” LECCE – XXIX EDIZIONE XIV EDIZIONE GIORNATA NAZIONALE A.D.S.I.

Domenica 26 maggio, Lecce apre le sue dimore storiche per la XXIX edizione di “Cortili Aperti”, nell’ambito della “Giornata nazionale dell’Associazione Dimore Storiche Italiane” curata da A.D.S.I. 

L’evento è organizzato dalla Sezione Puglia dell’associazione con il sostegno del Comune di Lecce.

In programma per tutta la giornata concerti, mostre, presentazioni di libri, visite guidate e performance. 

Sono previste aperture anche in provincia di Lecce, Bari, Brindisi e Taranto dove aprono palazzi e castelli.

 

 

 

 

 

Si schiudono per un giorno i portoni dei palazzi storici di Lecce. Torna “Cortili Aperti” nel capoluogo salentino, domenica 26 maggio dalle 10 alle 13 e dalle 16.30 alle 20.30, nell’ambito della XIV edizione della “Giornata nazionale dell’Associazione Dimore Storiche Italiane”. L’associazione che raduna più di 4500 proprietari di prestigiose dimore lungo tutta la penisola, per un giorno, apre il più grande museo diffuso d’Italia con oltre 550 monumenti tra castelli, rocche, ville, parchi, giardini che accoglieranno gratuitamente tutti coloro che vorranno immergersi in luoghi senza tempo, circondati dalle meraviglie del patrimonio artistico e culturale italiano.

La storica manifestazione leccese, giunta alla XXIX edizione, organizzata dalla Sezione Puglia di A.D.S.I. con il supporto e la collaborazione del Comune di Lecce, svela a turisti e visitatori oltre 30 dimore, luoghi storici, cortiligiardini, androni, chiostri solitamente chiusi lungo le vie del centro della città, che abbracciano un programma ricchissimo di eventi con presentazioni di librimostre, conversazioni, danze storiche in costume, musica dal vivo, esposizioni, performance, visite guidate anche in lingua. Quest’anno due eventi dedicati agli amanti della lirica, in occasione del centenario della morte di Giacomo Puccini: a Palazzo Tamborino Cezzi c’è il concerto “Vissi d’arte, vissi d’amore”, un viaggio alla scoperta dei tormenti e delle passioni di Giacomo Puccini del grande compositore mentre nella Chiesa di Sant’Anna una conversazione con musica e immagini a cura di Eraldo Martucci dal titolo “Amor sacro e amor profano: la religiosità nelle opere di Giacomo Puccini nel centenario della morte”. (Programma completo nella cartella condivisa https://drive.google.com/drive/u/1/folders/1sV8Jo2hJrJ3hxytqUYMJfLd87jN_7A0I)

Nel materiale informativo è disponibile un QR code attraverso il quale è possibile accedere alla mappa interattiva dei luoghi aperti.

Sono tre gli itinerari proposti, che partono dalle principali porte d’ingresso al centro storico del capoluogo salentino, contrassegnati da colori diversi. Nel percorso rosso, da Porta San Biagio: Istituto di cultura e lingue Marcelline, palazzo Pollicastro Boutique Hotel, Galleria Ship in Arte, Palazzo Carrozzini, Palazzo Lecciso, Palazzo Morisco, Palazzo Tamborino Cezzi, Palazzo Sambiasi, Palazzo Bernardini, Palazzo Brunetti, Palazzo Andretta, MUST – Museo storico città di Lecce. Nel percorso blu, da porta Rudiae: Accademia di Belle Arti, Borgo Sant’Anna, Palazzo Scarciglia, Chiesa S. Elisabetta, Palazzo Apostolico Orsini, Palazzo del Seminario, Palazzo Marrese, Palazzo Rollo, Palazzo Carrelli Palombi, Ex convento dei Teatini; nel percorso arancione, da porta Napoli: Chiesa di Santa Maria di Ogni Bene ed Ex convento degli Agostiniani , Palazzo Giaconia, II Circolo Didattico “Edmondo De Amicis”, Palazzo Bozzi Corso, Palazzo Personé-Taurino, sede del Museo Ebraico, Palazzo Maremonte – Chillino, Palazzo Protonobilissimo, Palazzo Guido, Cappella nobiliare di San Leucio, Chiesa Santa Maria “della NOVA”.

In programma anche, tra gli eventi correlati alla manifestazione, “Artigianato d’eccellenza 2024”, la mostra mercato del made in Italy d’autore ospitata nel Circolo Cittadino nel pomeriggio di venerdì 24, dalle 18 alle 21, e nei giorni di sabato 25 a domenica 26 maggio, dalle 10 alle 21.

Un ruolo importante nella realizzazione di “Cortili Aperti” è rivestito da sempre dalle scuole e dagli istituti di formazione. Come ogni anno, si rinnova la collaborazione tra A.D.S.I. sezione Puglia e le scuole che vedono gli studenti e le studentesse direttamente coinvolti in numerose attività culturali. Quelle che parteciperanno a questa edizione sono: Istituto di Cultura e Lingue “Marcelline”, ITES “A. Olivetti”, Liceo artistico e coreutico “Ciardo Pellegrino”, Liceo Classico e Musicale “Giuseppe Palmieri”, Liceo Scientifico statale “Giulietta Banzi”, Liceo statale “Pietro Siciliani”, Scuola Oxford Group International House, Scuola secondaria di primo grado “Ascanio Grandi”

In Puglia, nell’ambito della Giornata nazionale organizzata dalla sezione regionale, saranno svelate a turisti e visitatori le bellezze di palazzi storici, ville, castelli e masserie anche delle province di Lecce, Bari, Taranto e Brindisi.

La provincia di Lecce è coinvolta intensamente, anche con nuove aperture: quest’anno accolgono i visitatori anche il Castello di Corigliano d’Otranto e il Palazzo Baronale Serafini-Sauli di Tiggiano. A Santa Maria di Leuca apre Villa La Meridiana della famiglia Caputo-Caroli; a Cavallino la Chiesa dei santi Niccolò e Domenico e cripta, l’atrio del Palazzo ducale dei Castromediano e il frantoio ipogeo. A Ruffano la V edizione di “Cortili aperti” offre la possibilità di visitare Castello Brancaccio, Palazzo Pio, Palazzo D’Urso, Palazzo Riccardo, Palazzo Licci-Ferrari, Palazzo Ottocentesco, Palazzo Gaetani, Casa Giangreco, Casa Bortone, Frantoio ipogeo, Chiesa San Francesco da Paola, Chiesa Natività Beata Maria Vergine, Chiesa dell’Annunziata, Il Tappeto Volante – Scalinata del Centro Storico, Racconti di Ceramica. A Botrugno è possibile visitare Palazzo Marchesale, Museo Civico delle Forze Armate, Museo “Storia della Lametta da barba”, Cappella Palatina di S. Anna, Chiesa Maria S.S. Costantinopoli; a Caprarica di Lecce il Castello Baronale Cariati Greco a Minervino di Lecce Palazzo Ducale Venturi (noto come Castello Nuovo) mentre ad Alessano apre al pubblico Palazzo Ducale, a Gallipoli Palazzo Briganti e a Sternatia Palazzo Granafei, nel cuore del centro storico.

Nella provincia di Brindisi apre il castello Dentice di Frasso a San Vito dei Normanni e Masseria Tor Leanza a San Pietro Vernotico. In provincia di Taranto: Villa Pantaleo a Taranto. Nella provincia di Bari, invece, dove già domenica 12, a Bitonto si è svolta una partecipata manifestazione a supporto della XIV Giornata Nazionale A.D.S.I. che ha visto l’apertura di 58 siti, si schiudono i portoni della Cattedrale di San Michele Arcangelo, Chiesa di Santa Maria la Veterana, Palazzo Baronale a Bitetto; Fondazione “E. Pomarici Santomasi” a Gravina in Puglia; Masseria Spina a Monopoli mentre a Noci, Villa Lenti, Masseria Don Giulio, Oasi di Barsento, Torre dell’Orologio, Chiesa di Santo Stefano, Chiesa di Santa Chiara, Chiostro delle Clarisse, Palazzo Comunale, Chiesa del Carmine, Masseria Murgia Albanese. Infine, anche a Corato Palazzo Gioia apre i suoi battenti.

“Cortili Aperti è l’occasione e la gioia di condividere con i visitatori la bellezza celata dietro i portoni delle dimore storiche”, dice Rossella Arditi Galante, vice presidente di A.D.S.I. Sezione Puglia, “ogni anno la lista si arricchisce con nuove aperture. Domenica sarà la prima volta per Palazzo Marrese e Palazzo Scarciglia e in provincia Palazzo Baronale Serafini Sauli a Tiggiano e il Castello a Corigliano segno della vitalità di un evento di forte richiamo. Un grazie particolare alla cooperativa Artwork Cultira che ha condiviso con noi vari momenti di questa manifestazione. La forza di Cortili Aperti sono anche i giovani, a cui affidiamo la bellezza e la storia. Anche per questa edizione abbiamo coinvolto numerose scuole della città, dalla scuola primaria ai licei, per finire con l’Accademia di Belle Arti. I ragazzi e le ragazze sono il nostro futuro, saranno loro a raccogliere il testimone e a trasmettere a chi verrà dopo di loro il valore di questo inestimabile patrimonio d’arte”.

“Siamo entusiasti di una manifestazione capace di rinnovarsi ogni anno”, aggiunge Giuseppe Seracca Guerrieri, già presidente e membro del consiglio direttivo A.D.S.I. Sezione Puglia, “grazie al vivo interesse e alla passione degli storici, alle nuove dimore che si aprono alla visita di turisti e appassionati che vivranno la giornata per la prima volta o coloro che torneranno. Siamo molto soddisfatti per l’adesione al nostro progetto delle scuole e delle associazioni culturali che cresce edizione dopo edizione. Questa inclusione è la nostra più grande soddisfazione. È importante far conoscere la storia della nostra città, per poterla amare sempre più e rispettarla, riconoscendo alle Dimore Storiche un ruolo centrale nello sviluppo culturale ed economico dei territori. Abbiamo avuto riscontri e prenotazioni da numerose nazioni europee ed extraeuropee, anche quest’anno siamo sicuri di riuscire a superare le presenze registrate nelle scorse edizioni”.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui

Post Popolari

Commenti recenti

Verified by MonsterInsights