giovedì, Maggio 23, 2024
HomeCuriositàSalone Internazionale del Libro di Torino 2023

Salone Internazionale del Libro di Torino 2023

Resoconto Salone del Libro 2023: scopri tutto!

 

Il Salone Internazionale del Libro di Torino 2023 è stato un evento ricco di presentazioni, ospiti di spicco e momenti di condivisione. Scopriamo insieme cosa è successo durante questi cinque giorni dedicati alla cultura.

Il Salone del libro di Torino, giunto alla sua 36esima edizione, si è concluso con un bilancio molto positivo. Lo spazio espositivo, che ha ospitato editori, autori e lettori, ha visto la presenza di numerose case editrici che hanno presentato le loro novità editoriali. Tra gli autori presenti nei corridoi degli spazi espositivi c’era Maurizio Rufini, autore del libro “Via di Portonaccio, 104 – Tutta la passione di cui sono capace“. Questo libro autobiografico, è ambientato nella Roma degli anni 70′-80′ e ci porta alla scoperta della vita professionale e personale di Rufini. Il libro è stato molto apprezzato dal pubblico che ne ha sottolineato l’ironia e la capacità di coinvolgere il lettore con le sue storie e le sue riflessioni sulla vita. Il libro di Rufini rappresenta un’occasione per riflettere sulla passione e sui valori che ci motivano, e per conoscere la Roma degli anni di Piombo attraverso gli occhi di un protagonista che vi ha vissuto in prima persona.

Eventi principali e ospiti illustri

Un’inaugurazione all’insegna della diversità

Il Salone del Libro 2023 è stato inaugurato con la presenza di importanti figure della cultura e della politica, tra cui il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano, il presidente del Senato Ignazio La Russa e Maurizio Molinari, direttore di Repubblica. L’evento ha visto anche la partecipazione di Luciana Littizzetto e Erri De Luca e l’inaugurazione dell’Arena Robinson, lo spazio di Repubblica nella manifestazione.

Presentazione del libro di Maurizio Molinari

Durante la presentazione del libro di Maurizio Molinari, è emersa una “convergenza di valori” tra Guido Crosetto, esponente di Fratelli d’Italia, e Lorenzo Guerrini, esponente del Partito Democratico, su questioni internazionali come il conflitto tra Russia e Ucraina e il futuro dell’Africa.

Incontri imperdibili

Gialappa’s Band e Max Angioni

Uno degli appuntamenti più attesi è stato l’incontro con la Gialappa’s Band e Max Angioni, durante il quale la Gialappa’s Band ha risposto a Luciana Littizzetto e al suo commento sul tweet di Matteo Salvini.

Intervento di Javier Cercas

Lo scrittore spagnolo Javier Cercas ha offerto interessanti riflessioni sulla situazione internazionale durante il suo intervento al Salone del Libro.

Ermal Meta e le sue radici albanesi

Il cantante Ermal Meta ha parlato delle sue radici albanesi, dando un tocco di musica e poesia all’evento.

Novità editoriali

Aumento dei lettori di fumetti italiani

L’Associazione italiana editori (Aie) ha rivelato che i lettori italiani di fumetti superano i 10 milioni e rappresentano nuovi pubblici per l’editoria italiana.

Booktoker Francesca e Marica Mantice

Le booktoker Francesca e Marica Mantice hanno raccontato come il loro amore per i libri sia nato per caso, durante un’estate noiosa, e che la lettura deve essere un incontro, non un obbligo.

Parole dei protagonisti

Ignazio La Russa e la cultura come base della pace

Il presidente del Senato italiano Ignazio La Russa ha dichiarato che non c’è un libro che non valga la pena di essere letto e ha incoraggiato i giovani a leggere qualsiasi cosa, anche i fumetti. Ha anche sottolineato che la cultura è alla base della pace e che il Salone del Libro di Torino deve ospitare ogni diversità per superare gli steccati.

Gennaro Sangiuliano e l’importanza della circolazione delle idee

Il ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano, ha elogiato il Salone del Libro per la sua centralità nel panorama internazionale e ha parlato dell’importanza della circolazione delle idee senza steccati. Ha anche incoraggiato i giovani a visitare i musei, ascoltare la musica e leggere tanti libri. Il ministro ha inoltre espresso solidarietà agli intellettuali ucraini che stanno soffrendo per una vile aggressione.

Il Salone in numeri

  1. Tema: “Attraverso lo specchio”, ispirato ai mondi fantastici di Lewis Carrol
  2. Paese ospite: Albania
  3. Regione ospite: Sardegna
  4. Ospiti internazionali: Soyinka, Aramburu, Cercas e Greer

Conclusioni

In conclusione, il **Resoconto sul Salone del Libro 2023** ha dimostrato come questo evento sia una celebrazione della cultura, dei libri e dell’editoria, attirando un pubblico appassionato e numerosi ospiti illustri. Quest’anno, il Salone si è distinto per l’inclusività, la diversità e il coinvolgimento delle nuove generazioni grazie all’introduzione di spazi dedicati ai booktoker e all’utilizzo delle nuove tecnologie.

Tra gli highlights del Salone, ricordiamo:

  1. La partecipazione di importanti figure politiche e culturali, come Gennaro Sangiuliano e Ignazio La Russa;
  2. La presentazione di nuovi libri e autori, tra cui Erri De Luca e Maurizio Molinari;
    Le performance di artisti come Ermal Meta e la Gialappa’s Band;
  3. Gli incontri e le discussioni su temi di attualità, come il conflitto tra Russia e Ucraina e il futuro dell’Africa;
  4. L’attenzione alle tematiche legate alla crescita personale e alla salute mentale, come il podcast sul superamento delle paure e dell’ansia.

Il Salone del Libro di Torino si conferma, quindi, un appuntamento imperdibile per gli amanti della cultura, dei libri e dell’editoria, offrendo un’esperienza ricca e variegata che spazia dalla presentazione di nuove opere letterarie alla discussione di temi internazionali e alla promozione della lettura tra le giovani generazioni. Non vediamo l’ora di scoprire cosa ci riserverà l’edizione 2024!

Nota: Leggi altri articoli dello stesso autore!

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui

Post Popolari

Commenti recenti

Verified by MonsterInsights