Inveisce contro due sorelle e scaglia bici sul cofano della loro auto: denunciato

0
168

Si sarebbe scagliato contro l’auto di due sorelle apostrofandole in malo modo e senza alcuna ragione per un simile comportamento, ammesso che vi possano essere motivi validi.

Grazie alla foto scattata dalle due donne pur in preda al terrore, gli agenti della sezione Volanti della Questura di Lecce, intervenuti in via dei Perroni per la segnalazione di un’aggressione ai danni di una donna, sono riuscite a risalire all’uomo, rintracciandolo nei pressi di viale Marche, dove è stato identificato in B. Y., cittadino 23enne di origine gambiana risultato inottemperante al provvedimento di espulsione dal territorio nazionale emesso dal Questore.

Tutto è accaduto nel pomeriggio del 7 luglio scorso.

L’aggredita ha raccontato ai poliziotti che qualche minuto prima, mentre viaggiava alla guida della propria auto, insieme alla sorella, per via Brancaccio, un giovane, sconosciuto, a bordo di una bicicletta, avrebbe rivolto insulti all’indirizzo delle donne, urlando, tra le altre: “Italiani di m… bastarde”, mimando il gesto di ammazzarle.

Quindi si sarebbe fermato e avrebbe scagliato violentemente la bicicletta sul cofano dell’auto della vittima per poi continuare a colpire il veicolo con calci e pugni, danneggiandolo in più parti.

Seppur terrorizzate dall’uomo, le due sorelle sono riuscite a fotografarlo mentre, in preda alla follia, si scagliava contro l’automobile colpendola più volte.

Gli agenti, visionata la foto dell’aggressore, si sono messi alla ricerca del giovane che è stato rintracciato nei pressi di viale Marche.per lui inevitabile la denuncia per minacce e danneggiamento aggravati.

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here