STRADA FACENDO: DALLA MOLDAVIA FINO A PAPA FRANCESCO

0
399
DALLA MOLDAVIA FINO A PAPA FRANCESCO

“Il bene che ti voglio è uno sguardo d’amore, una parola di speranza, un abbraccio di pace, un gesto di bontà. È un viaggio nella vita di chi non vuol più vivere, è un sorriso lì dove le lacrime sono l’unico segno di vita, è un cuore che sa donarsi e condividere”.

 

Dalla presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini al cantante Claudio Baglioni, passando per Luciano Melchionna, Carlo Verdone, Alessio Boni, Edoardo Leo, Le Iene Pio e Amedeo, Daniele Greco, Alessandro Haber, Ficarra e Picone sino a raggiungere il cuore di Papa Francesco. In Vaticano il pontefice solo qualche giorno, in occasione dell’Udienza del mercoledì, ha infatti “sposato” il progetto leccese Il Bene che Ti Voglio. Solo pochi minuti di conversazione con la presidente dell’associazione Strada Facendo, Alessandra Lezzi, promotrice dell’iniziativa, sono bastati per Papa Francesco per invitare l’associazione e le sue operatrici a “continuare a lavorare al fianco e per i giovani, per la promozione del rispetto e contro qualsiasi forma di violenza”. Poi la consegna, un momento indimenticabile, della maglietta simbolo de Il Bene che Ti Voglio al Santo Padre, naturalmente di colore giallo. Da qui si ricomincia e si riparte in un percorso pieno di ostacoli nel segno dell’amore e della condivisione sociale.

Sono state due settimane intense quelle appena trascorse per l’Associazione Strada Facendo impegnata a tempo pieno nella promozione del Progetto Il Bene che Ti Voglio per la prevenzione delle forme di violenze e di cyberbullismo.

A distanza di un anno dalla presentazione del Progetto in piazza Mazzini a Lecce, con la campagna mediatica lanciata da testimonial del mondo dello spettacolo e sportivi, tanto è stato fatto. Tanti sono i testimonial che a livello nazionale continuano ad aderire al progetto indossando la maglietta simbolo della lotta alla violenza. Attualmente il progetto si sta sviluppando nelle scuole della Puglia attraverso il coinvolgimento di genitori, educatori e soprattutto degli adolescenti delle scuole medie e degli istituti superiori.

L’obiettivo era quello di creare una grande rete per prevenire e contrastare la violenza su donne e minori e giorno dopo giorno Il bene che ti voglio è sempre più al fianco dei più deboli per aiutarli a crescere al sicuro dalla violenza e dalle discriminazioni.

La scorsa settimana Alessandra Lezzi, la presidente di Strada Facendo, insieme ad alcuni operatori sono arrivati in Moldavia per trascorrere alcuni giorni con i bambini di strada della Fondazione Regina Pacis di Chisinau. Il Bene che ti Voglio ha portato sorrisi e calore ai bimbi accolti dalla Fondazione grazie all’ammirevole opera di Don Cesare Lodeserto. Venti bambini senza mamma né papà con alle spalle un passato di miseria e violenza.

Tra questi bimbi vi era Vasile, un bimbo di dieci anni, autore di una bellissima lettera inviata al Papa e contenuta nel libro ‘I bambini d’Europa scrivono a Papa Francesco’ presentato a Verona lo scorso 13 maggio, occasione nella quale è stato presentato il Progetto Il Bene che Ti Voglio che ha riscontrato la benevolenza di tutti gli intervenuti.StradaFacendo2

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here