Renzi in Puglia, contestato a Taranto

0
517

ll presidente del Consiglio, Matteo Renzi nel pomergio ha partecipato all’apertura della campionaria “FIERA DEL LEVANTE” aperta dall’inno nazionale suonato dalla banda della terza Regione Aerea. In sala tra le autorità sono presenti anche il ministro della Difesa Roberta Pinotti.

Sotto il governo di Nichi Vendola in 10 anni la Puglia è cambiata, ha detto il premier. Renzi ha detto che occorre dare atto del lavoro serio compiuto da Vendola, che si vede dal fatto che questa regione è la numero uno come capacità di spesa dei fondi Ue.

Dopo anni di ubriacature da soluzioni tecniche e tecnocratiche è il momento che la politica torni a fare il proprio mestiere. Così Renzi, che citando Giorgio La Pira ha sottolineato che <fare politica significa la più alta forma di servizio>.

Oggi la crisi economica è globale, ma vede nell’eurozona un punto di difficoltà maggiore e vede l’Italia non ancora ripartita, non ancora rimessa in moto, osservando come, definire devastanti i dati della disoccupazione, soprattutto al Sud, sarebbe riduttivo.

La “cornice internazionale è di profondi sconvolgimenti. O l’Unione Europea torna a fare l’Europa o noi non abbiamo più futuro.Se noi facciamo quello che dobbiamo fare l’Ue non sarà più solo spread e indicatori economici.

L’Europa sta vivendo una grandissima difficoltà con la Russia. Questo non è un problema di energia o gas. Chi riduce tutto solo a una questione energetica commette un errore tragico.

“Noi rispettiamo il patto di stabilità e di crescita, noi stiamo dentro il 3%”. ma deve essere non solo questo, ma anche e soprattutto di crescita.

Prima dell’intervento del Presidente del Consiglio si sono alternati a parlare il Sindaco di Bari ANTONIO DE CARO

Antonio De Caro

ricordando il suo passato e l’ingresso in Politica chiedendo segnali che possano far credere ad un risveglio del sud, sottolineando la necessità dell’alta velocità, lavorando nello snellimento delle procedure, eliminando lacci e lacciuoli che impediscono la crescità.

Ha preso subito dopo la parola il Presidente della Provincia Francesco SCHITTULLI

Francesco Scittulli

molto critico sull’andamento attuale della politica, la soppressione e non soppressione delle Province, il Senato, e la campagna acquisti per le prossime elezioni regionali.

Vendola ha fatto sfogo della sua attività autoelogiandosi e mettendo in risalto tutto quanto di buono ritiene sia stato fatto nella Regione in questi dieci anni di governo Regionale.

Nel chiudere il suo intervento RENZI, ha ripercorso tutta la vita Regionale, Provinciale e Comunale, come suol dirsi dando un colpo alla botte ed uno al coperchio in vista della campagna elettorale Regionale.

Alla contestazione dei Sindaci del Salento sulla costruzione del gasdotto TAP, RENZI ha risposto molto categoricamente “dire no, non vuol dire non si farà, ma anticipa l’incontro per accellerare i lavori di costruzione del Gasdotto.

La mattina RENZI aveva fatto visita a TARANTO Per noi l’Ilva è una questione nazionale, la scommessa di come si può fare impresa rispettando la salute.

Fuori dalla Prefettura la contestazione da parte di un sit-in di operai e ambientalisti. Alcune decine di manifestanti hanno urlato ‘buffone, buffone’ contro il premier e scandito lo slogan ‘Taranto libera’. Alcuni agenti in assetto antisommossa sono schierati per tenere sotto controllo il presidio.

A PESCHICI – Renzi ha promesso “Non vi lascerò soli”. Incontrando nel municipio di Peschici i cittadini dei centri colpiti dall’alluvione del GarganoIl problema del dissesto idrogeologico è una delle priorità dell’Italia e va affrontato insieme alle regioni  snellendo al massimo la burocrazia.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here