„Porta d’Oriente”, a Lido San Giovanni

0
559

Bomba nell’hotel comprato all’asta.

Esplosione sventra le pareti: è inagibile

A Gallipoli torna la stagione turistica assieme a quella delle bombe. Un ordigno, poco prima della mezzanotte, è stato fatto esplodere all’interno di un albergo in fase di ristrutturazione, nella zona di Lido San Giovanni. Si tratta del “Porta d’Oriente”, un vecchio albergo degli anni Sessanta acquistato all’asta, con procedura ordinaria, dopo il fallimento di un noto tour operator della Città Bella. E’ stato dunque acquisito da una società a responsabilità limitata, con sede nel capoluogo salentino.

L’edificio si trova in via Ludovico Ariosto, alle spalle della stazione di servizio “Q8” e nelle vicinanze di numerose palazzine abitate tutto l’anno da residenti gallipolini. La deflagrazione, udita intorno alle 23,50, ha sventrato uno dei quattro piani della struttura, quello posto al livello strada. Una parete è stata del tutto demolita, ma i danni sono consistenti anche per ciò che riguarda il resto. Attualmente è in fasi di rifacimento, da parte di una ditta di Martano, la quale era in questi giorni alle prese con l’installazione dei cavi in rame sulla pavimentazione e nei muri.

Sul luogo, oltre ai vigili del fuoco del distaccamento locale, anche gli agenti del commissariato locale e i carabinieri. I pompieri, al termine del sopralluogo, hanno dichiarato inagibile la struttura ricettiva. L’area è stata transennata dai poliziotti, guidati dal vicequestore aggiunto Marta De Bellis, nelle cui mani sono ora le indagini. L’hotel, su disposizione del pm di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce, è stato sottoposto a sequestro. In giornata, i “caschi rossi” eseguiranno altre ispezioni all’interno della struttura.

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here