Liverani: ”Servirà una gara di grande sacrificio”

0
235

Alla vigilia della sfida di campionato tra Lecce e Sassuolo, il tecnico dei Salentini Fabio Liverani fa il punto in casa giallorossa e analizza le insidie della prossima gara contro i neroverdi di De Zerbi.

Qualche assente, che formazione vedremo? “Abbiamo quattro o cinque dubbi, è sempre così quando si giocano tre partite in una settimana, è complicato intuire chi e cosa mi può dare. Faremo una riunione questa sera con i ragazzi, servirà una gara di grande sacrificio per affrontare alla pari il Sassuolo. Senza equilibrio i neroverdi diventano devastanti”.

I neroverdi soffrono in difesa ma hannoo un grande attacco. “Quello che ci accomuna con loro è il continuo provare a strappare i tre punti passando dal gioco”.

In avanti rientrerà Babacar? Ci saranno rotazioni? “In questo momento tutti possono giocare, compreso La Mantia che si allena bene e fin qui ha trovato meno spazio. Lo stimo, anzi lo stimiamo, siamo sicuri che ci potrà dare una mano nel proseguo del campionato”.

Che partita si aspetta? “Come già detto è la terza in una settimana ed è una cosa che un po’ preoccupa. Il Sassuolo è bravo ad attaccare in velocità e nei singoli hanno grandi valori. A noi il compito di tenere vicine le linee dei vari reparti, non si può pensare di andare all’uno contro uno”.

Ha diverse opzioni in quasi tutti i reparti. Come sta Majer? “È convocato, vedremo domani. È un giocatore che cambia la formazione. Benzar? Si è allenato, così come Imbula che però non ha ancora i novanta minuti nelle gambe”.

Possibile un cambio modulo? “In questo momento giocare con due mediani è una cosa che c’intriga, ma in questo momento non si può pensare di cambiare perché avremmo bisogno di tempo. Magari ci potremmo pensare da dopo Natale”.

Shakhov ha fato bene a Genova. “È un altro calciatore che ci dà alternative, perché fornisce qualcosa di diverso rispetto a un altro grande calciatore come Mancosu, che potremmo utilizzarlo a centrocampo”.

Che cosa ha lasciato alla squadra la trasferta con la Samp? “Di sicuro amarezza per i due punti persi nel finale. Però ho avuto segnali positivi e certezze da Shakhov a Dell’Orco, entrambi hanno svolto una buona prova”.

Lapadula è uscito stizzito dal campo mercoledì. “A Genova voleva restare in campo, era motivato dal gol. Non è successo nulla. Quando un giocatore reagisce per questi motivi e in maniera educata, resto sereno. Non sono affatto permaloso”.

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here