Grida “gli afgani sono tutti ladri” e lo accoltella: arrestato

0
413

Grida “gli afgani sono tutti ladri” e lo accoltella: arrestato


Un aggressione per futili motivi finisce con una coltellata. E’ accaduto ieri sera nei pressi della stazione ferroviaria. Protagonisti sono due cittadini stranieri: la vittima, un 24enne afghano e l’aggressore, un 50enne di nazionalità marocchina che è stato arrestato dalla polizia con l’accusa di tentato omicidio. L’accaduto è stato raccontato agli agenti dal giovane ferito che è dovuto ricorrere alle cure in ospedale: il 24enne ha riferito che stava camminando nei pressi dell’ufficio immigrazione di viale Oronzo Quarta quando ha sentito un uomo che

gridava “sei afgano”? Alla risposta affermativa, l’uomo gli urlava ancora “…gli afgani sono tutti ladri”. Da qui ne è nato un diverbio tra i due e ad avere la peggio è stato proprio il 24enne che è stato colpito con un pugnale all’avambraccio. Nonostante il dolore il giovane è riuscito a schivare altri colpi al petto e ad a fuggire. La corsa è terminata sui gradini dell’ufficio postale accanto alla stazione dove il 24enne si è accasciato chiedendo aiuto ai passanti.

Gli agenti hanno raccolto la denuncia e in base alla descrizione fornita, hanno rintracciato l’aggressore in un locale delle vicinanze: si tratta di El Mostafa Yedda che, seguito di perquisizione personale, è stato trovato in possesso di un pugnale a serramanico aperto della lunghezza totale di 15 cm con lama appuntita ed affilata.

Il fermato, che appariva in stato di ebbrezza, al momento dell’arresto opponeva resistenza passiva ed inveiva con insulti di vario tipo nei confronti degli agenti, minacciando che li avrebbe cercati e si sarebbe vendicato. Al termine degli accertamenti il fermato, che risulta anche irregolare sul territorio, è finito in manette per tentato omicidio, minacce e resistenza a Pubblico Ufficiale. Il ferito guarirà in dieci giorni.

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here