Fabio Allman al Cotriero di GallipolI (Le)

0
1034

FABIO ALLMAN


Il percussionista e cantante brasiliano propone un live tra samba e bossa.  Nei prossimi giorni tra gli ospiti la cantante Georgeanne Kalweit, il batterista Mylious Johnson e Tonino Carotone

tonino carotoneProseguono gli appuntamenti con gli aperitivi al tramonto del Cotriero di Gallipoli, località Lido Pizzo. Dalle 18 (ingresso libero) tutte le sere ospiti pugliesi, nazionali e internazionali. Giovedì 4 agosto

Fabio Allman

appuntamento con il percussionista e cantante brasiliano Fabio Allman che – accompagnato da Luca Mazzotta (chitarra) e Alessandro dell’Anna (tromba) – proporrà un live tra samba e bossa. Allman inizia la sua carriera musicale come partner di Cassia Eller, con cui ha anche condiviso il palco di Rock In Rio nel 2001. Negli anni ha dimostrato una grande versatilità passando dal rock al samba e questo riflette bene il melting pot di ritmi di Rio de Janeiro. Membro della pluripremiata street band Monobloco da 16 anni, con il quale ha portato la sua energia e il suo carisma per le principali città del Brasile e del mondo, partecipando da protagonista alla rinascita del carnevale di strada della Città Meravigliosa, unendo tradizione e innovazione. Con i Monobloco ha partecipato alla cerimonia di apertura dei mondiali di Calcio del 2014 e per i quali hanno anche scritto il brano Todo Mundo cantato insieme a Gaby Amarantos.

Venerdì 5 agosto spazio a The Kalweit Project, esperienza nata dall’incontro tra la cantante Georgeanne Kalweit (precedentemente con i Kalweit and the Spokes, The Dining Rooms, Delta V, e con collaborazioni con Vinicio Capossela, Calibro 35, ed altri) e i musicisti salentini Giammarco Magno (basso, organo, elettronica, cori), Mattia Marino (batteria) e Pierluigi Papadia (chitarra, cori). Il ‘sound’ è una evoluzione di quello che ha fatto Georgeanne fino ad ora: rock alternativo/post punk, sempre un po socio-politico. Dalle 22 invece si esibiranno Noon e Il Karma di Greta.

Sabato 6 agosto sul palco Luigi Bruno – leader dei Muffx che collabora con nomi importanti del rock sperimentale italiano come Claudio Simonetti (Goblin) e Aldo Tagliapietra (Le Orme) nonché con alcuni dei principali protagonisti della scena musicale salentina – e Ghost Hop con un repertorio surf e rock’n’roll. Ispirati, infatti, dalle atmosfere “surf” che tra il 1960 e il 1964 hanno dominato la scena musicale americana, i Ghost Hop presentano un repertorio che, accanto a brani del tutto inediti, propone originalissime rivisitazioni dei grandi successi evergreen di artisti che hanno fatto la storia del genere. Una performance di eccezionale energia che va dall’irresistibile “Misirlou”, celebre colonna sonora del film Pulp Fiction di Quentin Tarantino, all’indimenticabile hit strumentale “Sleepwalk” dei fratelli Farina.

Domenica 7 agosto in consolle il dj resident Consiglio Manni con una selezione che varia tra deep house, funky house, nu deep, tech house e vocal house.

Lunedì 8 agosto appuntamento con il dj set che vedrà in consolle Marco Pellico e Mylious Johnson, uno dei più grandi batteristi e percussionisti della scena pop rock contemporanea, noto non solo per il suo talento da musicista, ma anche per aver lavorato con mostri sacri del panorama musicale internazionale. Nel suo curriculum, alla voce “collaborazioni” (artistiche e di produzione), compaiono i nomi di Madonna, Jovanotti, Tiziano Ferro, Pink, Destiny’s Child, Linda Perry, American Radio, Jessica Simpson, Queen Latifah e Quincy Jones.

Martedì 9 agosto atteso ritorno nel Salento di Tonino Carotone con il suo trio. Ha trascorso l’infanzia e gran parte della sua giovinezza a Pamplona. Da sempre innamorato della musica italiana (lo pseudonimo è un chiaro riferimento a Renato Carosone, con cui ha anche collaborato) è arrivato in Italia per la prima volta nel 1995 ottenendo il successo con il brano Me cago en el amor, presente nel disco Mondo difficile uscito nel 2000, suggellato dal Disco d’oro per le oltre 70 mila copie vendute. Nel 2003 è tornato a far parlare di sé con l’album Senza ritorno. Successivamente ha partecipato in due canzoni del disco Malacabeza del gruppo bergamasco degli Arpioni e nel 2006 ha scritto con Federico Traversa il libro Il Maestro dell’Ora Brava. Ha quindi lavorato al suo disco Ciao Mortali tra cui spiccano le collaborazioni con Manu Chao, Eugene Hütz dei Gogol Bordello e con Enrico “Erriquez” Greppi della Bandabardò. In apertura la band dei Mistura Louca.

Mercoledì 10 agosto il Cotriero ospita il progetto ABC – Apulian Black Connection, otto dj provenienti da tutta la Puglia con in comune la passione per la black music. Dalle 17 fino a notte fonda si alterneranno in consolle veterani e nuove realtà del panorama pugliese, per proporre soul, funk, rap, jazz, boogaloo, afro, reggae, direttamente dalle loro collezioni di dischi. Una selezione, quanto mai ampia e variegata, per offrire tutte le sfumature della musica nera. Durante la giornata anche il live painting di Massimo Pasca e il mercatino di dischi in vinile e vintage, per pescare rarità e oggetti dal passato di alcuni tra i principali collezionisti pugliesi. ABC è supportato da Black Vibrations e Blamus, crew pugliesi, formate da dj e appassionati con l’obiettivo di diffondere la black music.

Gli appuntamenti proseguiranno con Chop Chop Band in dj set (11), Orchestrina Mata Bicho (12),Gopher (13), Vito Santamato (14), The black in the deeptech (15), Resina Sonora (16), The crowsroads(17), Malavida (18), La chirurgia etica (18), Caffè Cinaski (20), Carlo Chicco (21), Raina da Villa Ada(24). Tra gli eventi serali appuntamento il 12 agosto con una serata reggae con Dj War, Jahmaikol, Mattune e Papamassi.

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here