CARABINIERI OPERAZIONI SALENTO

0
179

CARABINIERI OPERAZIONI SALENTO 27 NOVEMBRE 2020.

 

I CARABINIERI FORESTALI IN AZIONE SU TUTTO IL TERRITORIO PROVINCIALE.

 

CASTRIGNANO DEL CAPO (LE), LOC. “SPISSE”, MILITARI DELLA STAZIONE CARABINIERI FORESTALE DI TRICASE (LE) DEFERIVANO IN STATO DI LIBERTA’

  • UN OPERAIO RESIDENTE A MATINO

POICHÉ, ALL’INTERNO DI UNA CAVA DI TUFO DISMESSA, SMALTIVA TRAMITE SPIANAMENTO SUL TERRENO CON L’AUSILIO DI UNA MOTOPALA GOMMATA, MATERIALE TERROSO FRAMMISTO A RIFIUTI, QUALI LASTRE DI ASFALTO DERIVANTI DALLA DEMOLIZIONE DI MANTI STRADALI, BLOCCHI DI CEMENTO DERIVANTI DA SCAVI PER LA SOSTITUZIONE DI TUBATURE DI ACQUEDOTTO, OLTRE A TRAVETTI E MATTONI IN C.A. ED ALTRO MATERIALE, IL TUTTO DERIVANTE DA LAVORI PUBBLICI DI RIQUALIFICAZIONE URBANA IN VIOLAZIONE ART. 256 C.1 LETT.A) DEL D.L.G.S. N.152/2006.

NEL TEMPO, CON L’ACCUMULO DELLA STESSA TIPOLOGIA DI MATERIALE, È STATO REALIZZATO UN RILEVATO DELLA LUNGHEZZA DI 40 METRI CIRCA, PER UNA LARGHEZZA DI 11 METRI CIRCA ED UN ALTEZZA DI 5 METRI CIRCA, PER UN VOLUME APPROSSIMATIVO DI 2.200 METRI CUBI.

TAVIANO (LE), LOCALITA’ “MANCAVERSA”, A SEGUITO DI ATTIVITA’ DI CONTROLLO RIFIUTI, PERSONALE DELLA STAZIONE CARABINIERI FORESTALE DI GALLIPOLI, DEFERIVA IN STATO DI LIBERTÀ:

  • A., NATO A TAVIANO (LE), CL. 1972, RESIDENTE A TAVIANO (LE),

IN QUALITA’ DI OPERAIO DIPENDENTE DELLA DITTA, IL QUALE ESEGUIVA IL TRASPORTO DI RIFIUTI SPECIALI NON PERICOLOSI MEDIANTE AUTOCARRO FIAT IVECO 65  RISULTATO ESSERE PRIVO DI AUTORIZZAZIONE AL TRASPORTO RIFIUTI.–/

  • DITTA’, CON SEDE LEGALE IN TAVIANO (LE), INTESTATARIA DEL MEZZO FIAT IVECO 65 UTILIZZATO PER IL TRASPORTO RIFIUTI.–/

RITENUTI RESPONSABILI, IN CONCORSO TRA LORO, DEL REATO DI GESTIONE ILLECITA DI RIFIUTI SPECIALI NON PERICOLOSI (D.LGS 152/2006 – ART. 191 C.1, ART. 256 C. 2). IN PARTICOLARE L’OPERAIO VENIVA FERMATO ALLA GUIDA UN AUTOCATTO IVECO 65 MENTRE TRASPORTAVA MATTONCINI AUTOBLOCCANTI MISTI A CEMENTO, DERIVANTI DA LAVORI EDILI, CON MEZZO SPROVVISTO DI AUTORIZZAZZIONE AL TRASPORTO ED IN ASSENZA DI FORMULARI IDENTIFICATIVI DEI RIFIUTI.

IL TRASPORTATORE E LA DITTA VENIVANO IDENTIFICATI E DEFERITI ALL’AG DI LECCE. L’AUTOMEZZO UTILIZZATO PER IL TRASPORTO VENIVA SOTTOPOSTO A SEQUESTRO PROBATORIO.

IN LOCALITÀ “MASS. FAGÀ” AGRO DEL COMUNE DI OTRANTO (LE), PERSONALE DELLA STAZIONE CARABINIERI FORESTALE DI OTRANTO DEFERIVA IN STATO DI LIBERTÀ:

  • A. NATO A OTRANTO (LE) CL. 1950 ED IVI RESIDENTE.

IL QUALE VENIVA SORPRESO IN FLAGRANZA DI REATO (- Art. 256 c.1 lett. a) D. L.vo 152/2006 s.m.i. – Art 674 C.P.) MENTRE ATTUAVA UN ATTIVITÀ DI SMALTIMENTO ILLEGALE DI RIFIUTI SPECIALI TRAMITE LA COMBUSTIONE DEGLI STESSI A DIRETTO CONTATTO DEL TERRENO. SUDDETTI RIFIUTI, DEPOSITATI ALL’INTERNO DI UN TERRENO SEMINATIVO SOTTOPOSTO A VINCOLO PAESAGGISTICO, CONSISTEVANO IN TELI IN PLASTICA, OMBREGGIANTI, TAVOLE DA CANTIERE, BANCALI IN PALLET E RIFIUTI URBANI.

 

28 NOVEMBRE 2020

27 NOV 2020, ORE 18.00 CIRCA, IN PRESICCE-ACQUARICA (LE), MILITARI LOCALE STAZIONE CARABINIERI E ALIQUOTA OPERATIVA DIPENDENTE NOR COMPAGNIA DI TRICASE, COADIUVATI DA PERSONALE DELLE STAZIONI CC DI GAGLIANO DEL CAPO E CORSANO, TRAEVANO IN ARRESTO PER IL REATO DI

“LESIONI PERSONALI GRAVISSIME” (ART.582 E 583 C.P.)

  • B.A. NATO A GAGLIANO DEL CAPO (LE) CL. 1986,

POICHE’ RESPONSABILE DI LESIONI PERSONALI GRAVISSIME IN DANNO DI PERSONA NATO TRICASE (LE) CL. 1982.

IN PARTICOLARE IL B. GIUNTO NEL COMUNE DI PRESICCE, NEI PRESSI DELL’ABITAZIONE DI ALCUNI SUOI FAMILIARI, ALLA VISTA DELL’UOMO, CHE ERA LI’ AD ATTENDERLO SULLA PUBBLICA VIA, LO INVESTIVA CON LA PROPRIA AUTOVETTURA FIAT DOBLO’, PROCURANDOGLI LESIONI GRAVISSIME.

L’UOMO VENIVA INFATTI TRASPORTATO D’URGENZA PRESSO OSPEDALE “PANICO” DI TRICASE DOVE VENIVA SOTTOPOSTO AD INTERVENTO CHIRURGICO AGLI ARTI INFERIORI E GIUDICATO IN PROGNOSI RISERVATA.

PRIMI ACCERTAMENTI CONSENTIVANO DI ACCLARARE CHE DISSAPORI ESISTENTI TRA I DUE SAREBBERO ALLA BASE DELL’INSANO GESTO. L’ARRESTATO, ESPLETATE FORMALITA’ DI RITO, E’ STATO SOTTOPOSTO ALLA MISURA DEGLI ARRESTI DOMICILIARI COME DISPOSTO DA A.G. INFORMATA DA STAZIONE DI PRESICCE-ACQUARICA CHE PROCEDE UNITAMENTE A DIPENDENTE NOR.

TREPUZZI (LE), LOCALE COMANDO ARMA, CONCLUSIONE ATTIVITÀ INFO-INVESTIGATIVA, DENUNCIAVA STATO LIBERTÀ

  • P. S., NATO MESAGNE (BR) CL. 97, RESIDENTE BRINDISI (LE), CENSURATO;
  • S. D., NATO BRINDISI (BR) CL. 86, IVI RESIDENTE, CENSURATO.

INDAGINI PERMETTEVANO RACCOGLIERE GRAVI INDIZI COLPEVOLEZZA SUL CONTO DEI PREDETTI RITENUTI RESPONSABILI AVERE ASPORTATO, IN DATA 28 MAG 20, QUELLA VIA GRAZIA DELEDDA, AUTOVETTURA FIAT PANDA, PROPRIETÀ DONNA, DEL LUOGO. A.G. INFORMATA DA ARMA TREPUZZI CHE PROCEDE

NARDÒ (LE), IN ESECUZIONE ORDINANZA DI APPLICAZIONE DELLA MISURA CAUTELARE DEGLI ARRESTI DOMICILIARI EMESSA DAL TRIBUNALE DI LECCE, I MILITARI DELLA STAZIONE CC NARDO’ TRAEVANO IN ARRESTO:

  • UOMO, NATO IN LECCE, CL. 1988.

L’A.G. EMETTEVA IL PROVVEDIMENTO IN SEGUITO ALLE RISULTANZE INVESTIGATIVE PRODOTTE DAGLI OPERANTI, CHE ACCERTAVANO CHE PREDETTO IN PIÙ OCCASIONI AVEVA VIOLATO LE PRESCRIZIONI DELLA MISURA CAUTELARE DELL’ALLONTANAMENTO DALLA CASA FAMILIARE GIUSTA ORDINANZA EMESSA DAL TRIBUNALE LECCE- UFFICIO DEL G.I.P. IN DATA 17.09.2020.

ARRESTATO AL TERMINE DELLE FORMALITA’ DI RITO VENIVA TRADOTTO PRESSO LA PROPRIA ABITAZIONE IN REGIME DEGLI ARRESTI DOMICILIARI, COME DISPOSTO DALL’A.G.

SURBO (LE), MILITARI LOCALE STAZIONE CC, A CONCLUSIONE ATTIVITÀ DI INDAGINE FINALIZZATA AL CONTRASTO DELL’ABUSIVISMO EDILIZIO DEFERIVANO IN STATO DI LIBERTÀ:

  • C. A., NATO SURBO CL. 72, IVI RESIDENTE;
  • C. N., NATA LECCE CL. 00, RESIDENTE SURBO (LE),

RITENUTI RESPONSABILI DEL REATO DI ABUSIVISMO EDILIZIO.

MILITARI OPERANTI, IN SURBO (LE), VIA CORSO SOPRALLUOGO, INTERNO FONDO AGRICOLO DI PROPRIETÀ DI C. N., RISCONTRAVANO LA REALIZZAZIONE DI LAVORI EDILI NON AUTORIZZATI CHE VENIVANO ESEGUITI DALLA DITTA DI SURBO (LE), COMMISSIONATI DAL PADRE C. A.. AREA SOTTOPOSTA A SEQUESTRO ED AFFIDATA IN CUSTODIA GIUDIZIALE A C. N.. INDAGINI IN CORSO.

 

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here