Autopsia sul feto nascosto in casa: morto per complicazioni durante il parto

0
419

Autopsia sul feto nascosto in casa: morto per complicazioni durante il parto

Il feto ritrovato in un borsone in casa di un 17enne di Squinzano è nato morto. Lo ha stabilito l’autopsia eseguita dal medico legale Ermenegildo Colosimo su disposizione della Procura che aveva avviato le indagini a seguito del triste ritrovamento. L’ipotesi per la giovane era quella terribile di infanticidio ma ora, con le risultanze dell’autopsia, l’accusa cade.
La bimba è nata morta alla 35esima settimana per probabile soffocamento causato dal lungo cordone ombelicale.
La ragazza, che vive con la sorella e il cognato, si era recata qualche giorno dopo in ospedale a Copertino con un’emorragia interna: i medici compresero subito che aveva partorito e diedero il via alle indagini.
Nel registro degli indagati sono stati iscritti anche i due parenti della giovane che hanno dichiarato di non sapere nulla della gravidanza. La ragazza sarà ascoltata da uno psicologo.

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here