Architettura Cinema Cibo

0
615

Con una serata dedicata alla giapponese Kazuyo Sejima prosegue domani, giovedì 4 maggio, l’iniziativa promossa dall’Ordine degli Architetti PPC Lecce in collaborazione con “La città del gusto”

Il suo maestro, Toyo Ito, la descrive come “un architetto che usa la massima semplicità per collegare il materiale e l’astratto”. E lei stessa afferma: “un edificio è in definitiva l’equivalente del diagramma dello spazio utilizzato per descrivere astrattamente le attività quotidiane che vi si svolgono”.

Nulla a che vedere, dunque, con la progettazione in senso “classico”. Nessuna centralità degli “archetipi”, in fatto di forma, materiali, colori. Piuttosto, “qualcosa che dipende in modo puro e semplice da forme spaziali astratte… un rapporto totalmente nuovo fra spazio e corpo, … un’esperienza simile a quella che risulterebbe dal camminare per le città e le strutture di un videogioco”.

unnamed

Riflettori puntati sulla giapponese Kazuyo Sejima, domani 4 maggio, a partire dalle ore 20, negli spazi della Città del Gusto (Lecce, piazzetta Panzera), per gli appuntamenti del progetto “VISIONI 5_Architettura Cinema Cibo”, promosso e organizzato dall’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Lecce in collaborazione con La Città del gusto, giunto ormai alla sua penultima data, e dove il cinema d’architettura incontra la cucina d’autore per particolarissimi e raffinati aperitivi ispirati in modo inusuale proprio all’esperienza d’architettura cui è dedicata la serata.

Kazuyo Sejima nasce in Giappone, prefettura di Ibaraki, nel 1956. Si laurea in architettura presso la Japan Woman’s University e inizia a lavorare nello studio di Toyo Ito prima di aprire un suo studio a Tokyo. Nel 1995, insieme a Ryue Nishizawa fonda SANAA, con cui vince il Pritzker Prize 2010. Nello stesso anno dirige e cura la XII Mostra Internazionale di Architettura per la Biennale di Venezia.

Insegna al Tokyo Institute of Technology, alla Japan Woman’s University e alla Science University of Tokyo. Attualmente è docente presso il Politecnico di Losanna.

Vanta la partecipazione a diversi concorsi in Giappone e all’estero, per i quali ottiene numerosi premi. Uno degli ultimi è quello per il Rolex Learning Center del Politecnico Federale di Losanna.

Le opere dello studio SANAA comprendono un gran numero di edifici pubblici di successo, tra cui, oltre al già citato Rolex Learning Center, anche il New Museum of Contemporary Art di New York. Struttura di sette piani, primo museo di arte costruito ex novo nella downtown Manhattan, inaugurato nel 2007, l’edificio è sia un’architettura per l’arte contemporanea che un incubatore di nuove idee, definito da Sejima e Nishizawa, che hanno avuto l’incarico nel 2002, una risposta alla storia e la personalità del Museo e della sua fondatrice Marcia Tucker.

In Italia, a Milano, SANAA – cui proprio il Maxxi di Roma ha recentemente dedicato una retrospettiva – realizzerà il nuovo programma di espansione edilizio della Bocconi.

Occasione per la qualificazione di un importante brano di città nella ex area della Centrale del Latte.

Particolarmente affascinante e sperimentale, nell’appuntamento di domani, il connubio con il gusto. Per l’occasione, un menù a base di yakiyori, pad thai, riso e verdure in agrodolce.

Il progetto proseguirà si concluderà il 18 maggio, dedicato a Herzog & De Meuron.

 Start ore 20. Agli architetti saranno riconosciuti 2CFP. Posti disponibili max. 50 – prenotazione obbligatoria: lecce@cittadelgusto.it.

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here