Comune di Cavallino

0
337

Stagione Teatrale 2014/2015

Dieci gli spettacoli in programma per questa stagione di prosa organizzata dal Teatro Pubblico Pugliese per la città di Cavallino, tutti al teatro Ducale.

Sipario aperto il 13 dicembre con lo spettacolo firmato dal regista Patrick Rossi Gastaldi “È ricca, la sposo, l’ammazzo” con Gianfranco Jannuzzo e Debora Caprioglio. Una divertente commedia sulle avventure di un ricco scapolo che ha scialacquato tutti i soldi lasciatigli in eredità dal padre e decide di farsi prestare del denaro da un mafioso, a condizioni decisamente svantaggiose, per riuscire a far innamorare di sé una donna che sia però ricca e sola.

Si prosegue con il riso amaro dello spettacolo “Un ladro in casa”, che il 9 gennaio porta il pubblico in un viaggio dentro le famiglie truffate, dentro le strategie di un sistema bancario senza più regole che ha distrutto migliaia di risparmiatori e vive solo per arricchire se stesso. Una commedia per capire fino a che punto si sta spingendo il demone del profitto senza etica.

Domenica 18 gennaio è il turno del viaggio sonoro del pianista Mirko Signorile, che con il lavoro “Soundtrack cinema” rende omaggio ai maestri delle colonne sonore, rievocando le melodie memorabili di Ennio Morricone (Nuovo Cinema Paradiso), Nicola Piovani (La vita è bella), Alex North (Spartacus), Ryuichi Sakamoto (Furyo), Michel Legrande (The Thomas Crown Affair), Gato Barbieri (Ultimo tango a Parigi).

Una commedia sulle nevrosi da preparativi di nozze specie se, come in “Harry ti presento … i miei “ del 25 gennaio, il padre della sposa non riesce a immaginare la sua vita senza la figlia prediletta e comincia così ad assumere atteggiamenti strani ed esagerati, sotto gli occhi esterrefatti del futuro genero, della moglie, e dei futuri consuoceri.

Domenica 8 febbraio in scena c’è Tullio Solenghi con l’ “Amadeus” di Peter Shaffer, la storia tutta italiana del compositore Antonio Salieri sull’amore, la rabbia e l’ invidia dei confronti del grande Wolfgang Amadeus Mozart. L’ambientazione passa dalla fine del 700, al primo ventennio dell’800 nel quale Salieri, ormai vecchio e malato mette in giro la voce infondata di aver assassinato Mozart nel 1791. Per essere ricordato se non come compositore almeno come assassino.

Lo spettacolo interpretato da Biagio Izzo e firmato dalla regia di Vincenzo Salemme è in programma il 18 febbraio : di scena c’è “L’amico del cuore”, classica commedia degli equivoci dove ogni personaggio si traveste per nascondere la propria natura. Con un delicato trapianto da affrontare, Roberto coglie l’occasione per vendicarsi dell’amico del cuore Michelino – che si dice uomo aperto e democratico – a cui chiederà di passare la notte con la bellissima moglie Frida.

L’omaggio di Salvatore Cosentino a Giorgio Gaber professione magistrato, salentino d’adozione, già procuratore reggente a Locri, appassionato di teatro, cinema e poesia diventa “Salvo Gaber”, l’esperimento di teatro-canzone in programma il 28 febbraio in cui il magistrato- attore propone brani non molto conosciuti, che proprio per questo sorprendono per la loro bellezza e la loro originalità. Con un occhio sempre attento a tutte le osservazioni sull’italica, endemica mancanza del senso di legalità profetizzate dal poliedrico cantautore.

Un lavoro che affronta il tema della violenza sulle donne attraverso la voce di una delle protagoniste del teatro shakespeariano: è Emilia, moglie di Iago, che sopravvissuta alla strage viene dal passato a raccontarci com’è veramente andata e quanto essa stessa avrebbe potuto fare perché la tragedia non si consumasse. Liberamente tratto da Otello di William Shakespeare, “Se tu avessi parlato…Emilia” scritto e diretto da Marinella Anaclerio è in programma l’8 marzo. Con Carla Guido attrice in primo piano.

Ancora Shakespeare per l’appuntamento del 28 marzo con “La bisbetica domata” della Compagnia salentina Factory, regia Tonio De Nitto e la traduzione/adattamento di Francesco Niccolini che della celebre opera restituisce una versione corale e visionaria dove la musica e la rima concorrono a restituirci una sorta di opera buffa, caustica e comicamente nera, in cui la figura di Caterina viene rivalutata sullo sfondo di una società imperfetta.

Si chiude con un viaggio poetico a spasso nel cuore di Napoli attraverso i secoli, tra le fiabe di Giambattista Basile e il Pulcinella di Libero Bovio. Peppe Barra innerva alcune tra le pagine più celebri della letteratura classica napoletana con la sua dirompente ironia nello spettacolo “Sogno di una notte incantata” in programma il 10 aprile.

13 dicembre 2014 Compagnia Molière /Cento Teatri-Gianfranco Jannuzzo, Debora Caprioglio

È RICCA, LA SPOSO, L’AMMAZZO

di Mario Scaletta con Antonella Piccolo e Claudia Bazzano

scene Salvo Manciagli nuovo allestimento

regia di PATRICK ROSSI GASTALDI

Divertente commedia liberamente ispirata al celebre film del 1971 di Elaine May con Walter Matthau ed al racconto di Jack Richtie. Un ricco scapolo ha scialacquato tutti i soldi lasciatigli in eredità dal padre. Arrivato alla bancarotta è costretto a farsi prestare del denaro da un mafioso, a condizioni decisamente svantaggiose, per riuscire a far innamorare di sé una donna che sia però ricca e sola. Piuttosto che passare il resto della sua vita in miseria Henry è disposto a rinunciare alla sua vita di scapolo, ma solo temporaneamente. Il suo piano infatti è quello di sposarla, ucciderla, ereditare e ricominciare a godersi come aveva fatto fino a quel momento.

9 gennaio 2015 Tangram Teatro Torino Stefano Masciarelli, Bebo Storti, Fabrizio Coniglio

UN LADRO IN CASA 

scritto da Fabrizio Coniglio collaborazione drammaturgica Bebo Storti Stefano Masciarelli

diretto e interpretato da BEBO STORTI, STEFANO MASCIARELLI, FABRIZIO CONIGLIO

Un viaggio dentro le famiglie truffate, dentro le strategie di un sistema bancario che non conosce più regole, che ha distrutto migliaia di risparmiatori e che vive solo per arricchire se stesso.

Una commedia amara in cui è narrato il triste epilogo di storie di comuni famiglie che hanno messo da parte dei risparmi per una vita intera e che decidono di investirli, ma ahimè dopo poco più di un anno liquidazioni, risparmi di una vita volatilizzati in pochi mesi. Vittime di crack finanziari che hanno coinvolto gruppi e imprese, come nel peggior incubo o racconto kafkiano.

Una commedia per capire fino a che punto si sta spingendo il demone del profitto senza etica.

18 gennaio 2015 – MUSICA Mirko Signorile

SOUNDTRACK CINEMA

Con Mirko Signorile – piano

Soundrack Cinema è un viaggio fatto di colonne sonore che possono condurci in un luogo altro del vivere e, da questo luogo, ci introducono ad un’altra esperienza del tempo.

Un percorso che tocca Ennio Morricone (Nuovo Cinema Paradiso), Nicola Piovani (La vita è bella), Alex North (Spartacus), Ryuichi Sakamoto (Furyo), Michel Legrande (The Thomas Crown Affair), Gato Barbieri (Ultimo tango a Parigi), passando per brani originali fortemente evocativi e dalla facile associazione immaginifica. Le colonne sonore diventano un territorio di esplorazione e di avventura musicale alla quale il pianista dà vita analizzando ed approfondendo quelle bellissime melodie.

25 gennaio 2015 Gianfranco D’Angelo, Patrizia Pellegrino

HARRY TI PRESENTO … I MIEI

di Mario Scaletta e Bibi Hilton –

Regia Mario Scaletta                                                                                                                                                    

Bea decide di sposare Harry il ragazzo di cui è innamorata. Ma c’è un piccolo particolare, Harry non conosce ancora i futuri suoceri. Giovanni, il padre, oltre alla tristezza per l’imminente distacco dalla figlia, viene travolto dai turbinosi quanto costosi preparativi per le nozze, che coinvolgono invece in maniera entusiastica la moglie Bibi. Giovanni non riesce a immaginare la sua vita senza la figlia prediletta e comincia così ad assumere atteggiamenti strani ed esagerati, sotto gli occhi esterrefatti del futuro genero, della moglie, e dei futuri consuoceri.

 8 febbraio 2015 Teatro Stabile di Genova / Compagnia Gank – Tullio Solenghi

AMADEUS

di Peter Shaffer con Aldo Ottobrino, Roberto Alinghieri, Arianna Comes, Davide Lorino, Elisabetta Mazzullo, Andrea Nicolini scene e costumi Laura Benzi – luci Sandro Sussi

regia ALBERTO GIUSTA

Amadeus è il titolo della pièce teatrale in due atti scritta da Peter Shaffer nel 1978, da cui è stato successivamente tratto l’omonimo film del 1984 diretto da Miloš Forman, che ebbe grandissimo successo. Il dramma racconta il tentativo del compositore italiano Antonio Salieri di distruggere la reputazione dell’odiato avversario Wolfgang Amadeus Mozart. L’ambientazione cambia vertiginosamente dalla fine del 700, al primo ventennio dell’800 nel quale Salieri, ormai vecchio e malato mette in giro la voce infondata di aver assassinato Mozart nel 1791. Perché? Per essere ricordato anche lui dai posteri! Se non come musicista almeno come ASSASSINO!

18 febbraio 2015 BiBì Produzioni srl – Biagio Izzo

L’AMICO DEL CUORE

una commedia di Vincenzo Salemme con Francesco Procopio, Mario Porfito, Vuliya Mayarchuk, Samuele Sbrighi, Luana Pantaleo e con Antonella Cioli

Regia VINCENZO SALEMME

L’amico del cuore è la classica commedia degli equivoci dove ogni personaggio si veste di un ruolo per nascondere la propria natura più profonda. Roberto Cordova ha poche probabilità di sopravvivenza: deve subire un trapianto cardiaco. Quale occasione migliore quindi per vendicarsi di quell’amico del cuore, Michelino, che si dice uomo aperto e democratico, quell’uomo che giudica la gelosia un sentimento barbarico. In nome dell’amicizia che li lega gli chiederà un ultimo desiderio: passare la notte con la moglie, la bellissima svedese Frida.

28 febbraio 2015

SALVO GABER

di e con Salvatore Cosentino

tastiere di Carla Petrachi

Con questo nuovo spettacolo, Salvatore Cosentino si cimenta nel teatro-canzone di Giorgio Gaber adattandone liberamente i testi. Brani non molto conosciuti, che proprio per questo sorprenderanno per la loro bellezza e la loro originalità. Il teatro di Gaber riletto dal magistrato-attore con un occhio attento a tutte le osservazioni sull’italica, endemica mancanza del senso di legalità, osservazioni che sono state scritte e portate in scena decenni or sono. Per questo motivo esse suonano sorprendentemente profetiche ed attuali.

8 marzo 2015 Aletheia Teatro – Carla Guido

SE TU AVESSI PARLATO…EMILIA

liberamente tratto da Otello di William Shakespeare – musiche arrangiate ed eseguite da Christian Pizzuto – scene di Marta Marrone – costumi di Marinella Anaclerio – luci di Giuseppe Calabrò

scritto e diretto da MARINELLA ANACLERIO

Una donna in punta di piedi avanza, è Emilia, moglie di Iago che, sopravvissuta alla strage, viene dal passato a raccontarci com’è veramente andata. Il passato la tormenta e parlare lenisce il rimpianto per ciò che non ha fatto quando poteva. Insieme a lei scopriamo dettagli della storia che quasi sempre sfuggono, come in tanti fatti di cronaca. Sì Otello ha ucciso, ma quanto Emilia stessa avrebbe potuto fare perché la tragedia non si consumasse..? Un lavoro dedicato allo scottante tema della violenza sulle donne che prova a guardare gli eventi da un punto di vista femminile non solo di vittima ma anche di complice più o meno consapevole. Marinella Anaclerio

28 marzo 2015 Factory Compagnia Transadriatica

LA BISBETICA DOMATA

di William Shakespeare traduzione e adattamento Francesco Niccolini – con Dario Cadei, Ippolito Chiarello, Angela De Gaetano, Franco Ferrante, Antonio Guadalupi, Filippo Paolasini, Luca Pastore, Fabio Tinella

Musiche Paolo Coletta – scene Roberta Dori Puddu – realizzazione scene Luigi Conte – costumi Lapi Lou – luci Davide Arsenio

regia TONIO DE NITTO

La Compagnia Factory ritorna ad affrontare Shakespeare insistendo ancora una volta su una lettura corale e visionaria dove la musica e la rima concorrono a restituirci una sorta di opera buffa, caustica e comicamente nera. Caterina l’inadeguata, la non allineata è la pazza del villaggio. Dietro di lei, spigolosa ma pura e vera, un mondo di mercimoni, di padri calcolatori, di figlie in vendita, di capricci lontani dall’amore, di burattinai e burattini non destinati a vivere l’amore, ma a contrattualizzarlo. Caterina non si adegua e aspetta, pur non mostrandolo, un liberatore, un nuovo inizio che suo malgrado potrà costarle molto più di quanto immagini.

10 aprile 2015 Marocco Music – Peppe Barra

SOGNO DI UNA NOTTE INCANTATA

di Peppe Barra e Fabrizio Bancale

liberamente tratto da Lu cunto de li cunti di Gianbattista Basile e Pulcinella di Libero Bovio con Teresa Del Vecchio orchestra Paolo Del Vecchio- chitarra, mandolino, Luca Urciuolo- pianoforte, fisarmonica Sasà Pelosi – basso, Ivan Lacagnina – tammorre, percussioni,Giorgio Mellone – violoncello, Alessandro De Carolis – flauti

scenografia costumi Luigi Ferrigno, Annalisa Giacci

regia FABRIZIO BANCALE

Un viaggio poetico e visionario a spasso nel cuore di Napoli attraverso i secoli, tra le fiabe di Giambattista Basile e il Pulcinella di Libero Bovio.

Peppe Barra si imbatte in alcune tra le pagine più celebri della letteratura classica napoletana per innervarle con la sua dirompente ironia e la sua inconfondibile arte affabulatoria.

Tra canzoni, villanelle e musica colta, all’insegna della napoletanità di ieri e di oggi.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.