MARIA ANTONIETTA E GIORGIO POI SONO I PRIMI DUE OSPITI DELLA RASSEGNA SEIYOUNG

0
173

Maria Antonietta (17 ottobre) e Giorgio Poi (1 novembre) sono i primi due ospiti di SEIYoung, una nuova rassegna dedicata a giovani band e artisti under 35, promossa nel Salento da CoolClub, in collaborazione con il festival Sud Est Indipendente, con il sostegno di Mibac e di Siae, nell’ambito del programma “Per chi crea“.

Si parte giovedì 17 ottobre (ore 21:30 – ingresso 5 euro – prevendite circuito vivaticket) alle Officine Cantelmo di Lecce con la cantautrice marchigiana Maria Antonietta che proporrà un reading/concerto ispirato dal suo libro d’esordio “Sette ragazze imperdonabili” (Rizzoli). Affiancata da Daniele Rossi (chitarra baritona, violoncello, tastiere e banjo) proporrà letture musicate e canzoni tratte dal suo repertorio suonate in una veste del tutto inedita. “Sette ragazze imperdonabili” è un omaggio alle sue sorelle maggiori Cristina Campo, Etty Hillesum, Antonia Pozzi, Emily Dickinson, Sylvia Plath, Marina Cvetaeva, Giovanna d’Arco. Femmine radicali, impazienti, oneste e spesso antipatiche, che l’hanno ispirata negli anni e alle quali ha voluto dedicare una serie di racconti e poesie.

Maria Antonietta, al secolo Letizia Cesarinii, è una cantautrice nata a Pesaro nel 1987. Innamorata del regno animale e vegetale e appassionata di studi di genere, di arte medievale, di poesia e teologia, cerca costantemente di far quadrare tutte le sue passioni all’interno della sua opera (il che è come costruire una cattedrale, difficile). Dopo aver auto prodotto il suo primo disco nel luglio 2010 Marie Antoinette wants to suck your young blood e dopo aver fondato il progetto shoegaze Young Wrists nella sua Pesaro, confeziona l’esordio (omonimo) in italiano registrato e prodotto da Dario Brunori nel 2012. Nel frattempo scrive un racconto, Santa Caterina al Sinai, pubblicato da Minimum Fax per l’antologia Cosa volete Sentire. Seguono un lungo tour che dura quasi un anno e mezzo, un brano come Animali (con inclusa una cover di Gigliola Cinquetti) e poi il secondo album Sassi, prodotto insieme ai fratelli Imparato, che esce nel marzo 2014 per la Tempesta Dischi. A seguito del tour Maria Antonietta, accompagnata dai musicisti del gruppo Chewingum, decide di re-incidere i brani di Sassi in chiave elettronica, il risultato è l’EP Maria Antonietta Loves Chewingum del 2015.
Dopo oltre 100 spettacoli dal vivo in poco più di sette mesi in Italia e un tour europeo, trascorre un anno a scrivere la sua tesi di laurea in Storia dell’Arte dedicata alle pratiche sommerse della creatività femminile, poi confeziona un singolo per i Tre Allegri Ragazzi Morti E invece niente e tiene una serie di reading dedicati alle sue poetesse del cuore (Dickinson, Plath, Cvetaeva, Campo…). A Gennaio 2018 esce il nuovo singolo “Deluderti” (brano più ascoltato nella Viral di Spotify) che anticipa il nuovo omonimo album pubblicato a Marzo, a cui segue un tour di successo nei principali club e festival italiani. A Gennaio 2019 chiude il tour con due soldout a Roma e Milano duettando con Brunori Sas, Calcutta, Francesca Michielin e Tre Allegri Ragazzi Morti. A Marzo 2019 è uscito il suo primo libro per Rizzoli, “Sette ragazze imperdonabili”, omaggio alle sue sorelle maggiori Cristina Campo, Etty Hillesum, Antonia Pozzi, Emily Dickinson, Sylvia Plath, Marina Cvetaeva, Giovanna d’Arco. Femmine radicali, impazienti, oneste e spesso antipatiche, che l’hanno ispirata negli anni e alle quali ha voluto dedicare una serie di racconti e poesie.

Venerdì 1 novembre (ore 21:30 – ingresso 10 euro– prevendite circuito vivaticket), sempre alle Officine Cantelmo, torna nel Salento il cantautore Giorgio Poi con una tappa del suo fortunato “Smog tour“, che dopo oltre quaranta date nei club e nei festival di tutta Italia in primavera ed estate, prosegue anche in autunno. In scaletta, tra gli altri, i brani di Smog (Bomba Dischi) quello che lo stesso cantautore definisce il suo “primo secondo album“. Quelle di “Smog” sono canzoni classiche, all’italiana, con l’ordinaria struttura strofa-ritornello, come si può ascoltare nei due singoli che hanno anticipato il disco, “Stella” e “Vinavil”, ai quali basta un solo ascolto per catturare l’attenzione. Il suo stile vede il cantautore mescolare in un unico grande calderone tanto Dalla, Ciampi, Paolo Conte, Battisti e Battiato quanto i Tame Impala, Mac De Marco e Connan Mockasin, elaborando un tocco personale e molto riconoscibile.
SEI Young è una rassegna dedicata ad artisti e gruppi italiani Under 35, promossa da Coolclub e realizzata con il sostegno di Mibac e di Siae nell’ambito del programma “Per chi crea“, che nasce dall’esperienza del Sud Est Indipendente. Il festival, promosso sempre da Coolclub con la direzione artistica di Cesare Liaci, è sostenuto dalla Regione Puglia (Avviso pubblico per lo Spettacolo e le Attività culturali FSC 2014-2020 – Patto per la Puglia), da altri partner pubblici e privati e (nella sua sessione estiva) dal Fus – Fondo Unico per lo spettacolo del Mibac. Una staffetta tra il festival e la rassegna, un passaggio di testimone tra i grandi interpreti della scena musicale italiana e internazionale e le nuove generazioni. Nelle prossime settimane tutti i dettagli della rassegna che proseguirà sino maggio.

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here