LECCE INCEPPATO SULL’1-1 CON LA ‘PICCOLA’ LUPA CASTELLI

0
426

LECCE INCEPPATO SULL’1-1 CON LA ‘PICCOLA’ LUPA CASTELLI

Il Lecce di Braglia inciampa a Rieti contro il fanalino di coda Lupa Castelli e inizia il 2016 col piede sbagliato. Alla rete del nuovo acquisto Caturano ha risposto Mastropietro inchiodando il match sull’1-1 allo stadio “Centro d’Italia-Manlio Scopigno”.

Su un terreno di gioco in condizioni rivedibili, il tecnico giallorosso schiera un 4-4-2 classico con Carrozza al posto di Doumbia e Vecsei nei panni dello squalificato Surraco. I padroni di casa scendo in campo con il 4-3-3 con il tridente composto da Kosovan, Scardina e Icardi.

Nella prima frazione sono i locali a rendersi pericolosi per primi con un colpo di testa di Scardina al 15’. La reazione del Lecce non si lascia attendere ed è Moscardelli a segnare in posizione di fuorigioco facendo correre un brivido lungo la schiena ai tifosi della Lupa. Al gol annullato del “Mosca” hanno risposto i padroni di casa con un fendente in diagonale di Mastropietro che non ha trovato la porta da buona posizione. Sul finire del primo tempo Salvi reclama un calcio di rigore non concesso dal direttore di gara e i primi 45 minuto scivolano all’insegna della noia e delle poche occasioni.

Nel secondo tempo rimane negli spogliatoi Carrozza, sostituito da Liviero, ma non muta il modulo di gioco del Lecce. Non sembra cambiare nemmeno l’andazzo del match, con gli ospiti che dimostrano un certo affanno. Braglia decide così di giocare la carta Caturano, neoacquisto giallorosso che rileva uno spento Moscardelli al 59′. I salentini provano a sfruttare le palle inattive, ma non riescono a trovare la porta avversaria. Papini fa spazio a De Feudis al 67′, per l’ultimo cambio nel Lecce, mentre tra i locali Carta subentra a Proietti. Al 73′, la svolta dell’incontro: sull’ennesimo corner per il Lecce, battuto da sinistra da Liviero, si fa trovare al punto giusto Caturano che realizza da attaccante puro la prima marcatura in maglia giallorossa, sbloccando una partita altrimenti inchiodata. Lo stesso Caturano sfiora il raddoppio a dieci minuti dal termine, quando si invola tutto solo in contropiede servito da Curiale, ma il suo destro in anticipo sul portiere reatino risulta impreciso, seppur di poco. Al minuto 87′ la Lupa Castelli trova il pareggio su disattenzione della retroguardia leccese, che si fa infilare in verticale dall’assist di Morbidelli per Mastropietro, il quale trafigge in diagonale l’incolpevole Perucchini, siglando il pari. Non ci sono altre emozioni e la partita termina col triplice fischio dell’arbitro al termine dei tre minuti di recupero concessi.

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here