Il Lions Club Lecce Codacci – Pisanelli adotta la squadra del rione S. Pio X

0
723

 IL LIONS CLUB LECCE “GIUSEPPE CODACCI –  PISANELLI” ADOTTA LA SQUADRA DI CALCIO DEL RIONE SAN PIO X  DI LECCE E LE DONA UN DEFIBRILLATORE, CHE SARA’ ANCHE A DISPOSIZIONE DELLA PARROCCHIA, PER POTERSI ISCRIVERE AL CAMPIONATO

In data 27 febbraio 2017 alle ore 1800,  presso il Cinema della Parrocchia di San Pio X in Lecce, si è svolta una bella e significativa cerimonia, nel corso della quale il Lions Club Lecce “Giuseppe Codacci – Pisanelli” ha adottato la locale squadra di calcio, che d’ora in avanti ne porterà sulle maglie il nome e il logo, e le ha donato un defibrillatore. In precedenza due dirigenti della squadra hanno frequentato il previsto corso per l’utilizzo dell’apparecchio, le cui caratteristiche sono state illustrate nel corso della serata dalla titolare dell’Elettroclima Tech, Lena Mandorino, e dal suo staff.

Benedizione del defibrillatore

Il parroco di San Pio X, don Mino Arnesano, ha benedetto il defibrillatore, che sarà anche,al servizio della comunità parrocchiale.

La cerimoniera del Lions Club, Anna Colaci, ha sottolineato che dove c’è un bisogno, lì interviene un Lion, soprattutto quando si tratta di salvare una vita.

Il presidente del Circolo Parrocchiale S. Pio X, Elio Ramistella, ha sottolineato gli sforzi posti in essere per strappare quei giovani alle insidie della strada in un rione in cui è molto elevato il disagio sociale e la preziosità del dono del defibrillatore da parte del Lions Club Codacci-Pisanelli, senza il quale la squadra non avrebbe potuto iscriversi al campionato.

L’educatrice della squadra, prof.ssa Daniele De Leo ha sottolineato l’importanza di diffondere anche la cultura dell’emergenza e del pronto soccorso.

Il giovane calciatore Cristiano Nuzzone ha ringraziato a nome della squadra e il delegato di zona dei Lions, Massimo Petrachi, ha portato il suo saluto sottolineando l’importanza di questo service.

Anche il guidoncino dopo il defibrillatore

Il presidente, del Lions Club, Wojtek Pankiewicz, nel suo intervento  ha affermato : “ Con vera gioia ed orgoglio lionistico abbiamo adottato questa squadra di calcio e le abbiamo donato un defibrillatore. La squadra è formata da ragazzi appartenenti a un quartiere difficile e pertanto a rischio di negative influenze proprie dei contesti dove è vivo il disagio sociale, per cui il sostegno a questa squadra di calcio rappresenta un momento educativo davvero importante. Abbiamo voluto festeggiare questi ragazzi che grazie al nostro Lions Club potranno continuare il loro percorso “in squadra” e “di squadra”. I Lions sono al servizio del prossimo da 100 anni e proprio celebrando il nostro secolo di servizio umanitario vogliamo impegnarci sempre di più per servire quante più persone è possibile e  per rendere ogni comunità un posto migliore per tutti”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here