venerdì, Dicembre 9, 2022
HomeAttualitàFRANCESCA OZZA

FRANCESCA OZZA

“Investire nella conoscenza paga i migliori tassi di interesse”?

Effettivamente è una frase azzeccata. Oggi molte aziende condividono questa idea e considerano la formazione aziendale una parte essenziale della strategia di investimento e crescita del proprio business.
La formazione aziendale ha un’importanza cruciale nel raggiungere gli obiettivi .I dipendenti sono la chiave per il successo dell’ attività, quindi, aiutarli a migliorare con la progettazione per competenze servirà anche a rafforzare i risultati. Ci sono due buoni motivi che spiega la Direttrice di ACCADEMIA NUOVI STUDI INTERNAZIONALI Dott. Francesca Ozza (impegnata nella progettazione alle imprese) perché fare formazione aziendale è importante.

Maggiore efficienza:Con una progettazione per competenze che risponda ai bisogni dei dipendenti e agli obiettivi di training, la forza lavoro sarà più produttiva ed efficiente. Con il tempo, lo sviluppo di competenze aiuterà la crescita del business. Maggiore motivazione:I programmi di training aziendale aiutano i singoli, i team e i dipartimenti a unirsi in un’unica struttura organizzativa. Quando i dipendenti sono consapevoli dell’impatto del proprio ruolo sulla missione e sugli obiettivi generali della propria azienda, sono anche in grado di creare un collegamento tra “il mio lavoro” e il “successo dell’azienda”.
Lo sappiamo bene “ aggiunge la Dott. OZZA “ progettare credito di imposta formazione 4.0 e Fondi nuove competenze non è un’impresa da poco. Tutto questo presuppone un approccio proattivo e strategico nella progettazione per ottenere i risultati desiderati in quanto la formazione e il cambiamento sono interconnessi e consentono alle organizzazioni di rispondere ai cambiamenti e di adattarsi a un mercato sempre più competitivo e in continua evoluzione utilizzando tematiche nella progettazione della Formazione 4.0 come big data e analisi dei dati; cloud e fog computing; cyber security; simulazione e sistemi cyber-fisici; prototipazione rapida; sistemi di visualizzazione, realtà virtuale (rv) e realtà aumentata (ra); robotica avanzata e collaborativa; interfaccia uomo macchina; manifattura additiva (o stampa tridimensionale); internet delle cose e delle macchine; integrazione digitale dei processi aziendali.
Queste misure sono nate con il PNRR per riformare il mercato del lavoro italiano in ottica di “ digitalizzazione e transizione ecologica europea” conclude la Dott.ssa Ozza e noi con il nostro impegno costante sul territorio Nazionale ci siamo prefissati di portare un ondata di “europeismo formativo “ alle Aziende.

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui

Most Popular

Recent Comments

Alba Contino on La poesia di Alba Contino