test
martedì, Luglio 23, 2024
HomeAttualitàPoliticaCaro spesa, Gemma (Ipf)

Caro spesa, Gemma (Ipf)

“Azzerare l’Iva su pane e pasta e ridurla su farmaci e bollette”

Il prezzo del carrello della spesa, secondo i dati Istat, è aumentato del 9,1% a luglio, mai così tanto dal 1984. Accelerano sia i prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona (da +8,2% a +9,1%) sia quelli dei prodotti ad alta frequenza d’acquisto (da +8,4% a +8,7%). Sulla questione prende posizione l’europarlamentare Ipf (Insieme per il futuro), Chiara Gemma. “A pagare le conseguenze più dure del caro energia, della carenza di materie prime e della guerra in Ucraina sono famiglie e imprese – dichiara l’europarlamentare – ecco perché accogliamo la proposta di Luigi Di Maio di azzerare l’Iva sugli alimenti come pane e pasta e ridurla su carne e pesce, ma anche sui beni legati alla natalità, i farmaci e le bollette. Serve un intervento strutturale da inserire in manovra di Bilancio per sostenere gli italiani almeno fino alla fine del prossimo anno, visto che le stime parlano di un fenomeno che si protrarrà per tutto il 2023. Certo, un governo dimissionario ha molte difficoltà a intervenire su questo fronte, ma i cittadini non possono attendere oltre: vanno prese azioni immediate”, conclude Gemma.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui

Post Popolari

Commenti recenti

Verified by MonsterInsights