Arresto a Gallipoli – Operazione Legalità diffusa Questura di Lecce

0
825

Gallipoli: il 42enne DELLA ROCCA Stefano arrestato dalla Polizia per porto abusivo di fucile a canne mozze.

Era da poco passata la mezzanotte, quando l’equipaggio di una volante del Commissariato di Gallipoli è stato avvicinato da alcuni ragazzi che segnalavano di aver udito l’esplosione di alcuni colpi d’arma da fuoco, provenienti dalla zona retrostante alcuni mezzi di rivenditori ambulanti sul Lungomare Galilei.

DELLA ROCCA Stefano

Gli agenti, immediatamente, si avvicinavano al luogo indicato e, avevano modo di notare nei pressi di una roulotte adibita alla rivendita di panini, il noto pregiudicato DELLA ROCCA Stefano, seduto ad un tavolino dell’esercizio commerciale, che tranquillamente beveva una birra.  Il controllo di polizia non dava alcun risultato. Gli agenti comunque decidevano di presidiare la zona effettuando inizialmente frequenti passaggi anche per osservare i movimenti del soggetto. Poco dopo, notavano il DELLA ROCCA a bordo dell’autovettura Fiat Panda notoriamente in suo uso.  Gli operatori quindi decidevano di effettuare un ulteriore controllo del predetto e, percorrendo prima via Udine e poi via Della Provvidenza, notavano l’auto indicata, salire controsenso da via Arene. Giunta  all’incrocio con via Della Provvidenza, gli veniva intimato l’alt. A tal punto, il DELLA ROCCA, invece di fermarsi accelerava la corsa  dandosi a  precipitosa fuga in via Brindisi. La Fiat Panda veniva costantemente tallonata dagli operatori di Polizia, senza mai perderla di vista, a distanza ravvicinata. Giunto sull’incrocio con via Ghandi il fuggitivo svoltava a sinistra in direzione stadio Lido San Giovanni e quindi, all’altezza del cavalcavia di via Ghandi, tenuto sempre sotto stretta osservazione e a distanza ravvicinata, veniva notato gettare dal finestrino anteriore destro una sacca di colore scuro. L’azione non passava inosservata agli agenti tant’è che avevano modo di arrestare la corsa e recuperare velocemente la sacca, constatando, nell’occasione, essere uno zaino a spalla di colore nero con cerniere marca “Puma” contenente un fucile a due canne mozzate, con matricola abrasa marca Bernardelli calibro 16 e tre cartucce di colore verde dello stesso calibro. Recuperato lo zaino, gli operatori di polizia si rimettevano subito all’inseguimento dell’autovettura condotta dal DELLA ROCCA Stefano, riuscendo a raggiungerla e  bloccarla  sul Lungomare Galileo Galilei all’altezza del Lido San Giovanni. Subito controllavano che il prevenuto non portasse addosso ulteriori armi o strumenti atti ad offendere e quindi veniva fatto salire all’interno dell’autovettura di servizio per essere accompagnato presso il locale Commissariato. Gli agenti ritornavano nella zona dove erano stati segnalati i colpi d’arma da fuoco per ivi effettuare una ulteriore e capillare bonifica del posto. Nella circostanza, alle spalle della roulotte adibita alla vendita dei panini, dove era stato notato precedentemente seduto il fermato, all’interno di un bidone della raccolta di rifiuti venivano rinvenute ulteriori due cartucce calibro 16 già esplose di colore verde simili a quelle custodite all’interno dello zaino. Quanto rinvenuto veniva debitamente sequestrato ed il DELLA ROCCA veniva tratto in arresto per detenzione abusiva di arma clandestina e esplosione in luogo pubblico di colpi d’arma da fuoco. Al DELLA ROCCA venivano inoltre contestate le violazioni al codice della strada di cui agli artt. 116 co. 15o e 17o per guida senza patente perché sospesa con decreto del sig. Prefetto di Lecce, e 192 co. 1o e 6o per non aver ottemperato all’alt intimatogli dagli agenti.

Operazione  “Legalità Diffusa ad oltranza”:

Anche nella serata di ieri 21 luglio si sono ripetuti i servizi straordinari di controllo del territorio, predisposti dal Signor Questore della provincia di Lecce Leopoldo LARICCHIA nell’ambito dell’operazione “Legalità diffusa: ad oltranza” finalizzata al contrasto dell’immigrazione clandestina, della prostituzione e dello spaccio di sostanze stupefacenti. I servizi, ancora una volta hanno riguardato  Piazzale Stazione, Viale Oronzo Quarta, via Martiri d’Otranto, via Don Bosco, via Reale, Via Diaz, Viale della Repubblica, Piazzale Rudiae. Sono stati controllati anche tre esercizi pubblici della zona, risultati assolutamente regolari. Complessivamente sono state controllate 53 persone di cui 10 extracomunitari. Tra le persone controllate anche 13 con precedenti di polizia.

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here