Emiliano a Cavallino inaugura la Rsa «San Domenico»

0
69

EMILIANO A CAVALLINO INAUGURA LA RSA «SAN DOMENICO» E POLIAMBULATORIO VILLA BIANCA UNA RESIDENZA ASSISTENZIALE E RIABILITATIVA CON 80 POSTI LETTO

“Inauguriamo una struttura comunale gestita da privati assolutamente necessaria per il territorio.“

Così il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano intervenendo questo pomeriggio, insieme all’Assessore Loredana Capone e al Direttore Generale della Asl di Lecce Rodolfo Rollo, all’inaugurazione della Rsa «San Domenico» e del Poliambulatorio Villa Bianca a Cavallino. Si tratta di una residenza, assistenziale e riabilitativa con 80 posti letto, di recentissima costruzione, destinata ad accogliere anziani, autosufficienti e non ed anche ospiti con età inferiore ai 64 anni, affetti da deficit psico-fisici e portatori di handicap, che richiedono un alto grado di assistenza.

“Abbiamo in Puglia – ha spiegato Emiliano – un’offerta ancora molto bassa di circa seimila posti e probabilmente ne servirebbero almeno quindicimila. Abbiamo approvato il nuovo regolamento per l’accreditamento di queste strutture che eleverà gli standard di qualità, per evitare casi di inadeguatezza. Abbiamo spinto per l’innovazione e devo dire che questa struttura rientra nei migliori standard e migliorerà la qualità della vita dei nostri cittadini anche nella fase più avanzata della loro età”.

“Speriamo – ha concluso Emiliano – di avere dei budget almeno paragonabili a quelli delle regioni del Nord per poter assicurare situazioni analoghe. Voglio ricordare che noi gestiamo la sanità pugliese, a parità di abitanti, con quasi 1 miliardo di euro in meno rispetto all’Emilia Romagna e con quasi 15.000 addetti in meno”.

San Domenico RSA nasce da due storie diverse e complementari: quella del gruppo IDEASS SpA con le RSA Villa Iris leader nella gestione di strutture per anziani nel Salento e quella del gruppo Villa Bianca, punto di riferimento sul territorio per l’Ortopedia e la Riabilitazione. Nella «San Domenico RSA» il tempo è scandito dalla condivisione e dall’ascolto: proprio come in una vera famiglia, ognuno può dare il suo contributo, secondo le proprie inclinazioni, e partecipare alle tante attività proposte, in piena libertà. La missione che la Residenza si propone è mantenere ben saldo il contatto degli ospiti con il proprio mondo, attraverso il coinvolgimento costante delle famiglie d’appartenenza e delle associazioni del territorio. Centrale è la terapia del ricordo: stimolare l’intelletto, mettere ordine tra gli episodi di una vita ricca, aiuta a rallentare l’invecchiamento cerebrale e a custodire il proprio vissuto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.