Regionali, prima uscita di Fitto a Bari con la leader FdI Meloni: “La Puglia necessita di un profondo cambiamento”

0
177

“Si parla tanto del tempo che ci abbiamo messo per trovare gli accordi, almeno noi li troviamo gli accordi. Gli altri non li trovano. Noi del centrodestra troviamo una soluzione, le nostre visioni sono compatibili, vinciamo insieme e poi lavoriamo e governiamo bene”: queste le parole della leader FdI Giorgia Meloni che, a Bari, ha voluto presentare ufficialmente Raffaele Fitto in veste di candidato alla presidenza della Regione Puglia.

E così l’ex ministro ed ex governatore pugliese è la “persona che i sondaggi davano come maggiormente gradita per i cittadini”, spiega Meloni. Da qui la decisione del centrodestra unito – ma i dissensi non mancano – di puntare su di lui.

“Non stiamo a litigare ogni giorno come fa la maggioranza di governo”, giura Meloni. Ma è risaputo che qualche disappunto interno c’è. Con la Lega che scalpita per avere il riconoscimento del suo ruolo, dopo il passo indietro su Nuccio Altieri, che però dovrebbe essere il vice in caso di vittoria. Ma, a quanto, pare, come specificato dalla leader FdI, di ticket non si è mai parlato. E poi Forza Italia, che dal canto suo non ci sta ad essere messa in un angolo. E sul tavolo non ci sono solo le Regionali ma anche le Comunali.

Ieri, comunque, alla prima conferenza stampa della campagna elettorale del centrodestra, che ha anticipato la visita di Salvini in Puglia, si sfodera il clima di unità delle grandi occasioni. L’avversario diretto è Michele Emiliano.

Ed ecco le parole di Fitto, pronto a riconoscere il ruolo che la leader FdI ha avuto nella sua designazione come candidato presidente: “Faccio un ringraziamento particolare a Giorgia Meloni non soltanto per il lavoro che abbiamo iniziato con il progetto politico ma anche per la sua determinazione e la sua lungimiranza: se oggi il centrodestra è unito lo si deve a tutti ma il mio grazie va, in modo particolare, a lei. La Puglia necessita di un profondo cambiamento nella gestione del governo. Abbiamo bisogno di cambiare profondamente per affrontare le grandi sfide e le urgenze che sono all’ordine del giorno. Penso al dramma dell’agricoltura, alla grande questione della sanità, all’incapacità di usare le risorse europee. A ogni critica e problema da parte nostra seguirà una proposta seria e credibile. Abbiamo l’ambizione di mettere in campo una classe dirigente seria, non parleremo di problemi ma di soluzioni”.

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here