NASCE IL PIANO DEL PARCO DI RAUCCIO

0
417

NASCE IL PIANO DEL PARCO DI RAUCCIO

Il Piano del Parco di cui la Giunta ha preso atto questa mattina è l’aggiornamento di quello predisposto nel 2013, in ossequio alla disciplina regionale, paesaggistica ed ambientale, sopravvenuta.
Prima del passaggio in Giunta, anche se non formalmente richiesto, l’Assessore Guido ha voluto condividere i contenuti del Piano con la Commissione Consiliare competente, per approfondire i temi principali affrontati nella pianificazione dell’area Parco e, soprattutto, per rendere partecipe anche l’opposizione di questo importante documento strategico.
I Piani territoriali dei Parchi sono strumenti di pianificazione settoriale e quindi producono effetti integrativi e/o sostitutivi sulle norme e previsioni degli strumenti urbanistici vigenti.
Per arrivare alla redazione del Piano, il cui obiettivo principale è la conservazione della biodiversità  come principale garanzia della salute e della qualità della vita di tutte le specie viventi in un determinato territorio, sono stati condotti alcuni studi specifici di settore con particolare riferimento alle componenti idrologiche e geomorfologiche, alle aree suscettibili di allagamenti e dissesti, agli habitat e alle componenti vegetazionali, conducendo, infine, una specifica ricognizione delle Masserie esistenti nell’area parco.
Lo studio diretto del territorio ed il confronto con il Piano Paesaggistico Regionale  hanno quindi determinato la suddivisione dell’area del Parco in zone, in relazione al diverso grado di protezione necessario ai fini della conservazione della natura.
Partendo dal presupposto che il territorio del Parco costituisce un valore aggiunto per le attività che vi sono localizzate, il Piano fornisce indicazioni per la realizzazione di attività compatibili con le finalità di tutela.
Questa presa d’atto è la prima fase dell’iter di approvazione del Piano del Parco, che verrà esaminato ed adottato dal prossimo Consiglio Comunale, per poi essere definitivamente approvato dalla Regione Puglia.
L’esistenza di un Piano nelle aree Parco è inoltre elemento indispensabile per l’accesso ai fondi regionali e comunitari destinati allo sviluppo di queste aree.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here