European Regional Council ITI-Unesco

0
537

Il Teatro europeo approda a Lecce con l’ITI – UNESCO.

 Sabato 15 e domenica 16 il primo European Regional Council

Internazionalizzazione della scena, collaborazioni e partenariato, coproduzioni internazionali, partnership produttive e collaborative: il teatro europeo si dà appuntamento a Lecce il 15 e 16 ottobre prossimi ospite del Centro italiano dell’International Theatre Institute – Unesco e di Astràgali Teatro con il primo European Regional Council.

Progetto sostenuto dalla Regione Puglia nell’ambito del “Programma Regionale di Spettacolo dal vivo per la valorizzazione delle Risorse culturali ed ambientali della Puglia – 2016″ finanziato dal Fondo di sviluppo e coesione FSC 2007-2013 – Apq rafforzato “Beni ed Attività culturali” con la Residenza artistica al Teatro Paisiello di Astràgali Teatro, e dal Comune di Lecce, in collaborazione con l’Istituto di Culture Mediterranee.

Ricchissimo il parterre di partecipanti che, per l’occasione, vedrà la presenza anche di Tobias Biancone, Direttore Generale ITI, ormai di stanza contemporaneamente a Parigi e a Pechino, e di tutti i Centri nazionali europei International Theatre Institute. Insieme a Biancone, infatti,  e ai componenti del Centro italiano, saranno a Lecce anche Thomas Engel, Germania; Daniel Bausch, Svizzera; Ivanka Apostolova, Macedonia; Tatjana Azman, Slovenia; Mentor Zymberaj ed Elmaze Nura, Kosovo; Ann Mari Engel, Svezia; Gad Keyner, Israele; Jean-Henri Drèze, Belgio; Levan Khetaguri, Georgia; Zeljka Turcinovic, Croazia; Alberto Garcia Castano e Luiz Llerena, Spagna; Alfira Arslanova, Russia; Apostolos Apostolides, Cipro.

“Per la prima volta in assoluto”,  sottolinea Fabio Tolledi, presidente del Centro italiano ITI e direttore artistico Astràgali Teatro, “tutti i centri nazionali europei dell’International Theatre Institute, la più grande rete teatrale mondiale, si incontrano per mettere a punto una strategia comune di collaborazione, scambio di buone prassi,  internazionalizzazione, coprogettazione. Che questo avvenga a Lecce, grazie al lavoro impegnativo e faticoso svolto in questi anni dal Centro Italiano dell’ITI, non può che riempierci di orgoglio.

Una due giorni di grande rilevanza che si concluderà con la costituzione di un vero e proprio network europeo lungo una parola d’ordine chiara e precisa: l’internazionalizzazione della scena non può non passare da una collaborazione progettuale e una condivisione di metodi e strategie.

Non si tratta, per noi, solo di rafforzare azioni e proposte per la circolazione delle produzioni teatrali nazionali o per le coproduzioni internazionali – che già avvengono anche se in forma alquanto ridotta -, quanto piuttosto di avviare un grande progetto di scambio e di collaborazione per una piattaforma europea delle culture e delle pratiche teatrali”.

In questi ultimi decenni”, prosegue Tolledi, “l’attenzione di molti si è rivolta soprattutto verso l’estremo oriente, tralasciando e dimenticando culture e pratiche teatrali di grande fascino e importanza a noi più prossime geograficamente. Con questo primo appuntamento apriamo una finestra nuova e incredibilmente affascinante, provando a comprendere cosa è oggi il teatro in Europa e come lavorare per implementare e incrementare relazioni e anche per formare nuovo pubblico. Una scommessa e una sfida dove la cultura, e la cultura teatrale soprattutto, giocano un ruolo essenziale: c’è un’Europa che costruisce muri e un’Europa, quella che si dà appuntamento a Lecce sabato e domenica prossima, che mette in comune la parte migliore di sé, decisa a rafforzare le pratiche culturali all’interno dell’Europa come pratiche di scambio, diplomazia dal basso, circolazione dei saperi, apertura al mondo”.

I lavori dello European Regional Council si apriranno sabato mattina nell’Auditorium del Museo Provinciale “Castromediano” per poi proseguire domenica al Teatro Paisiello.

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here