DONNE IN POLITICA E PARI OPPORTUNITA’

0
420

Poter scegliere è la più coerente attuazione del principio di uguaglianza sostanziale. Poter scegliere di non rinunciare sarebbe davvero pari opportunità!

La parità di opportunità non è una quota rosa o una preferenza di genere. Per far si che sempre più donne si possano impegnare in politica, dando un apporto unico ed indispensabile per competenza e sensibilità, è necessaria un’azione sociale che faciliti la partecipazione, permettendo la CONCILIAZIONE degli impegni e dei tempi familiari, lavorativi e politici. I servizi nel sud sono praticamente carenti: insufficienti gli asili pubblici, inesistenti quelli aziendali e la crisi economica permette sempre meno l’ausilio di baby sitter.

La politica ha il dovere di permettere le pari opportunità tra individui al fine di perseguire le proprie vocazioni ed aspirazioni personali. Dunque prima di riservare dei numeri bloccati nelle liste elettorali o dare l’inutile contentino del “capolista” – come ha fatto Emiliano per le candidate del PD –  ci si impegni affinché le donne non debbano più rinunciare a ricoprire ruoli politici, cariche istituzionali o manageriali.

Caterina Vitiello Candidata consigliere Regione Puglia per il MoVimento Cinque Stelle – circoscrizione Lecce e provincia

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here