CITTA’ DI GALIPOLI

0
465

Controlli pagamento della tassa di soggiorno

Controlli sul regolare pagamento della tassa di soggiorno e inserimento dei dati sul portale: sono queste due delle tante attività che vedono l’Ufficio Turismo impegnato nell’ultimo mese.

Sono state infatti rilevate numerose violazioni per irregolarità connesse all’imposta di soggiorno. Tra i morosi, anche qualche struttura ricettiva che  non ha provveduto a versare alcuna tassa di soggiorno nelle casse comunali.

Il mancato pagamento dell’imposta non solo comporta una sanzione amministrativa che va dai 25€ ai 500€, ma anche la segnalazione alla Procura della Repubblica per il reato di peculato.

Un’operazione importante con cui si è provveduto anche ad effettuare un censimento delle strutture tramite social network e annunci pubblicitari, e che ha  portato a galla realtà completamente sconosciute agli uffici comunali. In pochi giorni, sono stati contattati oltre cento utenti titolari di strutture fantasma i quali hanno provveduto, immediatamente, all’iscrizione sul sito impostasoggiorno.it e a mettersi in regola.

Al fine di garantire trasparenza e legalità, ulteriori controlli saranno effettuati anche dal corpo di Polizia Municipale che, in loco, svolgerà indagini e accertamenti anche in merito all’ordinanza contro il sovraffollamento.

“Assicurare il gettito di un tributo connesso al ricettivo è fondamentale per una città come Gallipoli – commenta il Sindaco Stefano Minerva. – Il versamento della tassa di soggiorno da parte di tutti gli interessati  significa  in primis equità e rispetto per chi è in regola, ma soprattutto garantire risorse ad una città per cui il settore turistico è volano per l’economia. La lotta all’evasione non avrà tregua a garanzia di un’accoglienza di qualità”

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here