lunedì, Gennaio 30, 2023
HomeAttualitàPoliticaBerlusconi assolto

Berlusconi assolto

In primo grado l’ex premier era stato condannato a 7 anni

Si è conclusa la vicenda del Presidente Silvio Berlusconi, condannato in prima istanza a 7 anni.

La seconda sentenza ha annullato quella di primo grato confermando la insussistenza dei reati contestati.

Sono profondamente commosso, così il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, commenta in una nota la sentenza che lo vede assolto in secondo grado nel processo Ruby.

Un pensiero di rispetto ha rivolto  alla Magistratura, ed ai  magistrati italiani che svolgono il proprio lavoro silenziosamente, con equilibrio e rigore.

Conferma che il   percorso politico non cambia. Bisogna evidenziare l’esultanza di Brunetta e la conferma di Romani.

Ha poi ringraziato il proprio Pool di Avvocati che lo hanno assistito per tutto il processo

Una dichiarazione è stata fatta da Ruby, manifestando la propria felicità per la conclusione per Silvio Berlusconi e per lei.
È il giorno più bello della mia vita, ha dichiarato FRANCESCA PASCALE, ho pianto come una bambina. Giustizia è fatta.

LA SENTENZA: I giudici della seconda Corte d’Appello di Milano hanno assolto Silvio Berlusconi, imputato per concussione e prostituzione minorile nel processo Ruby, per entrambi i capi di imputazione. In primo grado l’ex premier era stato condannato a 7 anni. I giudici della seconda Corte d’Appello di Milano, nel processo Ruby, hanno assolto Berlusconi dal reato di concussione – perché il fatto non sussiste- e dal reato di prostituzione minorile perché il fatto non costituisce reato.

Franco Coppi ha commentato coi cronisti la sentenza di assoluzione per il caso Ruby nel processo d’appello a carico di Silvio Berlusconi.

Uno dei motivi per cui Silvio Berlusconi è stato assolto dal reato di prostituzione minorile ”perchè il fatto non costituisce reato” potrebbe essere che l’ex premier non era a conoscenza che Ruby fosse minorenne, spiega Franco Coppi chiarendo che questa ”era una delle nostre tesi” ma anche che bisognerà attendere le motivazioni.

Dinacci: ‘Finalmente è stato applicato diritto’

Finalmente è stato applicato il diritto, ha vinto la giustizia. Sono le parole del prof. Filippo Dinacci, uno dei difensori di Silvio Berlusconi, sulla sentenza di assoluzione in appello dell’ex premier imputato a Milano per il caso Ruby. Il legale ha aggiunto penso che il diritto è fatto di equilibrio e buon senso e che questa è stata una vicenda personale che non riguarda il diritto penale.

Longo e Ghedini: ‘Processo non sarebbe dovuto iniziare’ con l’integrale accoglimento dei nostri motivi di appello e delle tesi sostenute in udienza dagli eccellenti colleghi Coppi e Dinacci, intervenuti in nostra sostituzione, è momento di vera soddisfazione.

Chi pagherà tutte le spese sostenute in questo processo? Processo che non si sarebbe mai dovuto celebrare, ma forse serviva mettere ulteriormente in difficoltà Silvio Berlusconi; a vantaggio di chi e perchè.

Si può per le bizze di pochi magistrati politicizzati e deviati celebrare processi inutili, trascurando criticità conclamate?

Si impone con maggiore forza la necessità di una revisione e riforma della magistratura e della giustizia.

 

 

 

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui

Most Popular

Recent Comments