Aule al freddo e bagni rotti: studenti in corteo a Lecce. Tavolo in Provincia

0
497

Aule al freddo e bagni rotti: studenti in corteo a Lecce. Tavolo in Provincia

Ad appena un giorno dalla riapertura delle scuole, gli studenti sono già in piazza. Ad agitare gli animi, le condizioni di molte scuole superiori di Lecce e provincia, alle prese con problemi strutturali e impianti di riscaldamento bloccati.

Questa mattina gli studenti del Ciardo-Pellegrino, Palmieri, Olivetti, Coumella, Calasso e del Nautico di Gallipoli sono scesi in corteo e si sono diretti verso palazzo Adorno per chiedere un incontro urgente in Provincia e sollecitare interventi urgenti di manutenzione nelle scuole. Decine di studenti, con tanto di striscioni, hanno dunque sfilato per la città per poi fermarsi davanti alla sede della Provincia. Qui una delegazione di sette ragazzi, in rappresentanza delle diverse scuole, ha incontrato un delegato dell’Ente, cui sono state esposte le varie problematiche. Tra le criticità, in primo piano certamente la questione degli impianti di riscaldamento, spesso inattivi o comunque non completamente efficienti. Non mancano però anche i problemi strutturali, soprattutto negli stabili più vecchi, come quello che storicamente ospita la succursale dell’artistico su viale De Pietro. Non se la passano meglio comunque anche gli istituti di recente realizzazione, come la sede del Ciardo-Pellegrino in via vecchia Copertino, dove l’impianto idraulico continua a dare non pochi problemi, fino a costringere la chiusura di alcuni bagni.

A muoversi per risolvere la situazione nel tempo sono stati comunque anche i dirigenti scolastici, che più volte hanno inviato solleciti all’Ente competente perchè procedesse con gli interventi di manutenzione. Nonostante la formalità e le richieste reiterate, finora però non si era però mosso nulla, tanto da spingere gli studenti a intervenire direttamente, manifestando il loro disappunto in piazza. E lì dove non ha potuto la burocrazia, sembra invece abbia funzionato la veemenza degli studenti; stamattina sono difatti riusciti a strappare un primo risultato: in tempo reale il delegato della Provincia ha contattato il geometra, andato nelle scuole interessate ad effettuare i sopralluoghi per pianificare gli interventi di manutenzione. Da lunedì – ha inoltre assicurato la Provincia – i termosifoni saranno a pieno regime.

Questa mattina la manifestazione degli studenti ha creato anche qualche disagio al traffico veicolare: bloccati difatti per circa un’ora alcuni viali centrali della città.  

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here