Altro blitz notturno, riprendono i lavori nel cantiere Tap

0
394

Altro blitz notturno, riprendono i lavori nel cantiere Tap

Un altro blitz notturno a San Foca: nel cuore della notte, infatti, stanno riprendendo i lavori di espianto nel cantiere Tap di San Basilio. Sul posto, sono arrivate le forze dell’ordine che hanno scortato i mezzi dell’azienda, per far entrare gli operai nell’area dove sorgono gli alberi.

Gli attivisti hanno lanciato l’allarme dai social, chiedendo a chi poteva di raggiungere il presidio. Le operazioni di questa notte arrivano dopo i tre vertici in prefettura, l’ultimo dei quali, ieri sera, aveva evidenziato nuove distanze tra le parti, dinanzi alla richiesta dei tecnici dell’ufficio fitosanitario regionale di mettere in sicurezza undici ulivi zollati.

Al Comune di Melendugno e alla polizia municipale locale è stata affidata la mediazione con i manifestanti presenti al presidio, affinché si creassero le condizioni per far accedere al cantiere gli operai e per sgomberare le strade laterali dalle barricate. Le operazioni si sono concluse senza incidenti e gli alberi, 11 ulivi, sono stati trasportati presso Masseria del Capitano.

La risposta delle istituzioni locali durante i vertici era stata quella della collaborazione, chiedendo a tutti, compresa la multinazionale, buon senso per non esasperare gli animi e ricreare il clima di tensione delle scorse settimane, ma la svolta di questa notte sembra andare in altra direzione con Tap che rompe la mediazione e torna a riprendere i lavori nel sito.

Questa notte non c’era il sindaco di Melendugno Marco Potì che questa mattina ha commentato amareggiato quanto accaduto: “E’ stato requisito ancora una volta un pezzo del mio territorio. Chiederò con effetto immediato all’Ufficio Fitosanitario di verificare lo stato di salute degli ulivi che sono stati trasportati a Masseria del Capitano. Noi continueremo a manifestare: un’ opera di questo tipo non può essere fatta contro il volere della popolazione”.

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here