TUTTO PRONTO PER LA FASE DI ASCOLTO ALLA PROGRAMMAZIONE DEL LABORATORIO URBANO

0
118

TUTTO PRONTO PER LA FASE DI ASCOLTO ALLA PROGRAMMAZIONE DEL LABORATORIO URBANO

Si apre giovedì 19 novembre alle ore 19 con un incontro aperto alla cittadinanza attiva la fase di ascolto del territorio per la costruzione del programma delle attività per il 2016 del Laboratorio Urbano “L’isola che c’è” di Veglie. Per i prossimi 5 anni, infatti, lo spazio sarà gestito da E.M.S. – Ente Modelli Sostenibili, una delle tre realtà operanti all’interno del network non profit CulturAmbiente Group e ideatrice della certificazione volontaria Ecofesta Puglia. La concessione in uso dello stabile è stata regolata con bando di assegnazione nell’ambito del programma regionale “Bollenti Spiriti 2014/15”. L’obiettivo di questa fase preparatoria all’avviamento del LUG è quello di raccogliere istanze, proposte, criticità e opportunità per il territorio e costruire insieme alla cittadinanza un programma adatto alle reali necessità della cittadina di Veglie.

«Un nuovo spazio – spiega Ilaria Calò, presidente dell’associazione E.M.S. – Ente Modelli Sostenibili – il laboratorio urbano L’isola che c’è, ci accoglie: in questa nuova avventura le parole d’ordine saranno “gioco di squadra” e “coinvolgimento del territorio”, parole che fin dall’inizio del progetto ‪Ecofesta Puglia‬ sono state il nostro faro e che ci hanno permesso di incontrare sul cammino tanti altri compagni di viaggio». L’Isola che c’è si propone, infatti, di diventare nel tempo motore propulsore per progetti di comunità di tipo sociale, ambientale e culturale e contribuire alla valorizzazione di un senso di comunità costruttivo, ispirato ai valori della partecipazione, la legalità, l’inclusione sociale e la sostenibilità ambientale.

CulturAmbiente Group è un network di 3 realtà non profit pugliesi costituito dall’omonima organizzazione di volontariato, dall’associazione di promozione sociale E.M.S. – Ente Modelli Sostenibili e dalla neonata cooperativa di lavoro InnovAction. Una storia decennale ricca di esperienze che coniuga l’attivismo alla costruzione di alternative concrete per un modello economico responsabile e sostenibile dove informazione, sensibilizzazione ed educazione ambientale sono al centro di tutte le iniziative. Tra i progetti più significativi realizzati in anni di impegno e di collaborazione sinergica tra le tre realtà unite nel network, l’ideazione di Ecofesta Puglia, vincitrice nel 2012 del bando del Miur sulla Social Innovation, l’introduzione della prima compostiera elettromeccanica di comunità in Puglia nell’ambito dell’iniziativa R.E.T.I. – Rifiuti ed Ecologia per l’Ambiente e il Territorio e la realizzazione dell’Ecomercato, il primo intervento sul territorio pugliese per rendere pulito e sostenibile il mercato. Per informazioni: entemodellisostenibili@gmail.com

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.