Presidenza del Consiglio comunale

0
313

Il sindaco Salvemini risponde al consigliere Mauro Giliberti.

Il sindaco Salvemini ha rilasciato una dichiarazione in merito alla decisione del consigliere Mauro Giliberti di non accettare la proposta politica di presiedere il Consiglio comunale. La proposta era stata resa nota all’indomani della vittoria elettorale e condivisa dalla coalizione politica che esprime la maggioranza in Consiglio comunale.

Caro Mauro, ho letto la nota con la quale motivi il tuo sofferto rifiuto ad assumere la presidenza del consiglio comunale “per il rispetto dovuto a chi non è entrato in consiglio”.

Lo spirito della mia proposta – mettere a disposizione i voti dei consiglieri comunali con me eletti per assegnare a te quel ruolo – era quello di lavorare per costruire insieme un rinnovato spirito pubblico dentro l’istituzione: riconoscere agli sconfitti la presidenza dell’assemblea rappresentativa per sottolineare la condivisione di uno sforzo nel’interesse esclusivo della città.

Declinare cortesemente questo invito a siglare un patto di collaborazione istituzionale – pur nella differenza dei ruoli che il voto popolare ci ha assegnato – la considero un’occasione perduta. Le cui avvisaglie erano già evidenti ieri con la decisione di non partecipare alla cerimonia di insediamento dei consiglieri eletti a Palazzo Carafa.

Sulla questione sono già intervenuto e non mi ripeto:il diritto di tutelare nelle sedi giurisdizionali interessi che si reputano violati andava distinto dal dovere di rispettare le istituzioni e ciò che esse rappresentano.

Così non è stato, purtroppo. Oggi da capo della coalizione consiliare di centro destra al comune, nel comunicarmi questa tua decisione, ribadisci una posizione politica legittima, che non condivido ma di cui devo prendere inevitabilmente atto:le forze politiche che rappresenti – e a nome delle quali parli – non sentono di voler assumere la presidenza del consiglio comunale perché non riconoscono la legittimità delle decisioni assunte dalla commissione elettorale. Ancor prima di attendere le decisioni della giustizia amministrativa, alla quale chiederete di pronunciarsi.

La necessità di garantire comunque il funzionamento dell’assemblea ci assegna la responsabilità di dovere procedere guardando all’interno delle nostre forze dove non mancano figure capaci – come te . di garantire equilibrio, serenità. buon senso.

CARLO SALVEMINI

SINDACO DI LECCE

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.