Meeting malattie rare

0
415

PRIMO MEETING SULLE MALATTIE RARE DEL SALENTO APPUNTAMENTO IL 24 FEBBRAIO

NELLA SEDE DEL “DREAM – LABORATORIO DIFFUSO DI RICERCA INTERDISCIPLINARE APPLICATA ALLA MEDICINA” (OSPEDALE “VITO FAZZI”, LECCE)

Si svolgerà il 24 febbraio 2015, dalle ore 8.30 alle ore 13 nella sala conferenze del DREAM – Laboratorio Diffuso di Ricerca Interdisciplinare Applicata alla Medicina (promosso da Università del Salento e ASL Lecce), all’interno dell’ospedale “Vito Fazzi” (Lecce), il “Primo meeting sulle Malattie Rare del Salento”.

L’iniziativa, che rientra nel programma di celebrazioni per i 60 anni dell’Università del Salento, è stata organizzata dal gruppo “Malattie Rare” del DREAM in occasione dell’ottava edizione della “Giornata Mondiale delle Malattie Rare” (in programma il prossimo 28 febbraio).

«Questo meeting», spiega il professor Carlo Storelli, ordinario di Fisiologia all’Università del Salento e coordinatore del gruppo “Malattie Rare” del DREAM, «sarà un’importante occasione di incontro tra associazioni di pazienti, istituzioni, clinici e ricercatori del Salento che, tutti assieme, discuteranno lo stato dell’arte e cercheranno di definire un percorso condiviso per dare nuove speranze ai pazienti e alle loro famiglie».

Parteciperanno tra gli altri i rappresentanti delle associazioni: Miastenia gravis (MIA), Persone con Malattie Reumatiche (A.P.M.A.R), Teleangectasia Emorragica Ereditaria (HHT Onlus), Polineuropatia Cronica Infiammatoria Demielinizzante (CIDP), Amiche per la vita/CMT “Charcot Marie Tooth”, Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica (AISLA), I colori del vento Onlus.

1°MEETING MALATTIE RARE DEL SALENTO 24 febbraio 2015 ore 8,30 – Sala Conferenze DREAM presso Ospedale Fazzi Lecce 8:30
APERTURA LAVORI: Prof. Carlo Storelli

9:00-­‐9:30 SALUTI DELLE AUTORITA‘
LE MALATTIE RARE
I SOGGETTI – I PROBLEMI LE PROSPETTIVE
(Moderatori: Prof. Storelli C., Prof. DeBenedetto M., Prof. Maffia M.)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.