Amministrative CAVALLINO,LA CANDIDATA SINDACO RUGGE: “GLI ATTEGGIAMENTI INTIMIDATORI NON CI FERMERANNO”

0
287

AGGRESSIONE A SPARAPANO, LA CANDIDATA SINDACO RUGGE: “GLI ATTEGGIAMENTI INTIMIDATORI NON CI FERMERANNO”

Carla Rugge, candidata sindaco a Cavallino con la lista Futuro e Democrazia per Cavallino e Castromediano, e tutti i partiti e movimenti che la sostengono (Partito Democratico, “La Puglia in Più”, UDC, PSI, Circolo Cavallino e Castromediano, Bene Comune, Forza Italia), condannano fermamente e con sdegno la volgare aggressione che ieri sera ha visto protagonista, suo malgrado, la candidata della lista Manuela Sparapano, insultata e offesa da alcuni esponenti dello schieramento opposto, che fa capo all’onorevole Gaetano Gorgoni e sostiene il candidato sindaco Bruno Ciccarese.

I fatti raccontati dalla stessa Sparapano, ancora in stato di shock (come il figlio undicenne che ha assistito alla scena): “Ieri sera avevo appena finito il mio intervento nel comizio tenutosi a Castromediano, durante il quale avevo evidenziato – da addetta ai lavori, visto che sono titolare di un’associazione che gestisce la scuola di danza “Miracle Dance School” – la situazione tragica in cui versano le strutture e le attività sportive di Cavallino e Castromediano durante il mandato dell’attuale assessorato allo Sport, gestito da Tony Palermo: zero centri e strutture a Castromediano, pista di pattinaggio nel degrado totale, campi da tennis di via Bellaria non pervenuti”.

 A Cavallino, prosegue la candidata, “la situazione non migliora. Campo sportivo abbandonato, associazioni maltrattate: eppure credo fermamente che lo sport sia vita, e che possa aiutare i ragazzi a evitare devianze e disagio. Bene, detto tutto questo, ieri sera, sono scesa dal palco e mi sono diretta verso la mia macchina, ma nel tragitto mi si è parato davanti il geometra Adriano Palermo – che lavora per il Comune di Cavallino ed è padre dell’attuale assessore allo Sport di cui sopra – che, accompagnato da due altre persone, ha cominciato a prendermi a male parole e a minacciare me e la mia attività a Castromediano: il tutto alla presenza di mio figlio, che ha 11 anni. A questo punto mio marito ha protestato, ma ha rimediato uno schiaffone da una delle due persone che accompagnavano Palermo. “Dovete chiudere la bocca”, ci hanno detto”.

Dopo l’aggressione Manuela Sparapano si è immediatamente recata in Questura a Lecce, dove ha sporto regolare denuncia presso la Digos; si è poi dovuta recare al pronto soccorso, dove è stato riscontrato lo stato di shock in cui versava. “Sono indignata come cittadina, come donna e come mamma: sono stata insultata e offesa pesantemente davanti a mio figlio, che stanotte non ha chiuso occhio. Continuava a svegliarsi e a chiedermi: “Mamma, ma adesso che cosa ci faranno?”. Stamattina sono stata costretta a portare al pronto soccorso anche lui”.

Ferma anche la condanna della candidata sindaco Carla Rugge: “Questi episodi fanno male alla comunità di Cavallino e Castromediano. La campagna elettorale dovrebbe essere una festa, non una guerra senza rispetto per le persone e per i diritti dei più indifesi, come i bambini. Oggi la mia solidarietà va a Manuela, ma soprattutto a suo figlio, che ha assistito a questo ignobile episodio. Che però non ci fermerà: noi andiamo avanti sulla strada del rinnovamento e dell’aria nuova per Cavallino e Castromediano. E quest’aggressione è la riprova della bontà di quanto stiamo facendo”.

Anche l’onorevole Salvatore Ruggeri e la direzione provinciale dell’Udc di Lecce esprimono piena solidarietà alla candidata della Lista Futuro e Democrazia, Manuela Sparapano, per quanto accadutole.“L’agone elettorale deve essere lontano da ogni tipo di atteggiamento aggressivo, che nulla ha a che vedere né con la sfida elettorale né con il concetto più alto di democrazia”, dice infatti l’Udc salentina “Questa segreteria stigmatizza in maniera assoluta tali atteggiamenti intimidatori, tanto più se posti in essere dal padre di un assessore uscente e attuale candidato della lista “Gorgoni”, sul quale ricadrà ogni responsabilità da accertare nelle opportune sedi”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.