lunedì, Gennaio 30, 2023
HomeChi è l’autore del predissesto? nota del consigliere Molendini
Array

Chi è l’autore del predissesto? nota del consigliere Molendini

Chi è l’autore del predissesto? nota del consigliere Molendini

Quando frequentavo il liceo, per spiegare cosa era un sillogismo e cosa non lo era circolava l’esempio, a mo’ di paradosso, del FALSO sillogismo: “La sarda salata fa bere e ribere, bere e ribere fa passare la sete. Ergo: la sarda salata fa passare la sete!”.

Leggendo il comunicato del consigliere Giordano Anguilla sulle difficoltà economico-finanziarie dell’Ente sembra di trovarci davanti ad un caso simile. Chi si è assunto la responsabilità e l’onere di risanare il bilancio del Comune viene indicato come il responsabile del gravissimo deficit che ha costretto l’ente a dichiarare il pre-dissesto. Una polemica sconcertante e cinica che trae origine dalla difficoltà che il Comune soffre sul fronte dell’efficienza dei servizi anagrafici a causa della carenza di personale addetto al rilascio delle carte d’identità.

La Destra dice: il disagio deriva dal personale ridotto e non si può assumere causa predissesto. Il predissesto l’ha voluto il Sindaco. Il disagio è colpa del Sindaco. Una manipolazione della realtà spregiudicata, dato che i conti del Comune sono stati portati sull’orlo del baratro da 20 anni di politiche scellerate del centrodestra. Vent’anni nei quali si sono spese somme delle quali non si disponeva, accumulando ed occultando debiti. A nulla sono valsi, a tal proposito, i richiami ripetuti della Corte dei Conti.

Queste politiche oggi presentano il conto al Comune e ai cittadini. E un’amministrazione e un sindaco responsabili, che vogliono bene alla città, si sono incaricati di prendere i necessari – e impopolari – provvedimenti per sanare l’ente strutturalmente in deficit. È paradossale e anche irriguardoso nei confronti dell’intelligenza dei cittadini, che conoscono bene la storia amministrativa della città, addossare al sindaco e all’amministrazione le difficoltà che oggi viviamo, e alle quali, peraltro, si sta cercando una soluzione praticabile.

Ricordo che dichiarare il predissesto non è una scelta ma un obbligo che compete in presenza di conclamate situazioni di strutturale disequilibrio (certificate peraltro da un Giudice terzo quale la Corte dei Conti). L’amministrazione Salvemini ha aderito al 243-bis del Tuel approvando una manovra di riequilibrio. Ma chi ha prodotto il pre-dissesto è la destra al governo per il ventennio precedente.

In conclusione aggiungo, anche a beneficio di Anguilla, che oggi non si può assumere non per un vincolo formale ma perché il Comune non ha le risorse finanziarie per garantire stabilmente le risorse per assunzioni a tempo indeterminato. Il sindaco, come dichiarato pochi giorni fa, è al lavoro su più fronti per ottenere la possibilità di un piano assunzionale straordinario che possa mitigare le difficoltà dei settori dell’amministrazione.

L’opposizione potrebbe offrire idee, contributi, soluzioni. Si accontenta di fare polemiche paradossali. E di servire sarde salate ad una città che invece ha dimostrato di avere, mandandoli a casa, solo sete di verità e trasparenza”.

Il consigliere di Lecce Città Pubblica
Gabriele Molendini

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui

Most Popular

Recent Comments