Site icon Newsimedia

CARABINIERI OPERAZIONI SALENTO

OPERAZIONI SALENTO

08 giugno 2019 Racale: Viola Gli obblighi della sorveglianza speciale Arrestata dai Carabinieri.

Nel pomeriggio di ieri a Racale, a seguito di una specifica attività info-investigativa, personale della Stazione Carabinieri di  Melissano ha tratto in arresto, nella flagranza del reato di “violazione degli obblighi inerenti sorveglianza speciale di p.s.” (art. 75 d.lgs 159/11):

Stamerra Ines  classe 94 in atto sottoposta alla sorveglianza speciale di p.s. con obbligo soggiorno comune di Melissano (le)

La predetta intorno alle ore 15:00 circa di ieri, violando l’obbligo imposto di non allontanarsi dal comune di residenza, è stata controllata a Racale mentre si trovava sulla s.p.350 a bordo un’autovettura condotta da ragazzo di Aradeo.

L’arrestata, espletate le formalità di rito, è stata tradotta presso la propria abitazione dove dovrà permanere in regime di arresti domiciliari su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

09 giugno 2019 SQUINZANO: Viola Gli obblighi arrestato dai Carabinieri.

Nella giornata di ieri a Squinzano i militari della locale Stazione Carabinieri, hanno notificato un’ordinanza di sostituzione della misura degli arresti domiciliari con quella della custodia cautelare in carcere emessa dalla Corte di Appello di Lecce – Sezione unica penale,  nei confronti  di: Gennari Cristian cl. 1987, del luogo, già noto alle Forze dell’Ordine.
Il trentaduenne era già ristretto ai domiciliari e l’aggravamento della misura è scaturito a seguito di notizie di reato redatte dai Carabinieri di Squinzano per violazioni degli obblighi e delle prescrizioni imposte dal provvedimento. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato associato alla casa circondariale di Lecce come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

NEVIANO: Arrestato dai Carabinieri per maltrattamenti in famiglia.

Nella mattinata di ieri a Neviano, i militari della locale Stazione Carabinieri hanno tratto in arresto nella flagranza dei reati di maltrattamenti in famiglia e resistenza a Pubblico Ufficiale: G.C. cl. 1993, già noto alle Forze dell’Ordine.
Il predetto, al culmine dell’ennesima lite familiare, per futili motivi, percuoteva la propria madre procurandole un “edema facciale”. Successivamente veniva richiesto l’intervento dei militari che
cercavano di allontanarlo dalla madre, opponendosi con calci e spintoni. Il giovane è stato così tratto in arresto e sottoposto al regime degli arresti domiciliari su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Exit mobile version