Valdo Mellone si barrica nel suo ufficio

0
416

Il direttore della Asl Valdo Mellone si barrica nel suo ufficio, blindato dalle forze dell’ordine.

Momenti di tensione questa mattina al secondo piano della direzione generale della Asl di Lecce, dove un centinaio di lavoratori di Sanitaservice continuano lo stato di agitazione, per ottenere il passaggio a full time (35 ore settimanali), come è già avvenuto, sostengono loro, per le altre Asl.

Il corridoio, sede degli uffici di direzione e l’intera palazzina, è presidiata dagli uomini della Digos e dai carabinieri, a tutela dell’integrità fisica dei vertici aziendali e del personale della Asl.

Non sono mancate scene al limite dell’isterismo, quando un manipolo di lavoratori più turbolenti ha ripetutamente fatto pressione alla porta del direttore Mellone, per farlo uscire e spiegare la diversità di trattamento con le altre Asl.

«Il direttore Mellone – spiega Gianni Palazzo coordinatore di Usb – ci ha detto che per definire il passaggio a full time deve chiedere una deroga alla Regione e al Ministero, cosa che per le altre Asl non è avvenuta. Quindi chiediamo che venga qui l’assessore e ci dica se questo risponde a verità e perché Sanitaservice di Lecce non segue lo stesso percorso delle altre Asl».

E aggiunge, «Quindi avevamo ragione noi, quando abbiamo pensato che era un atteggiamento dilatorio quello della Asl che ha accettato le continue verifiche chieste da altri sindacati. Era una tecnica – sostiene Palazzo – che serviva a compromettere il passaggio a full time, come di fatto poi è avvenuto».

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here