Percorso di riabilitazione sociale nel reparto femminile del carcere

0
343

Percorso di riabilitazione sociale nel reparto femminile del carcere 

Parte un nuovo percorso di riabilitazione sociale nel reparto femminile della Casa Circondariale di Lecce.

Rivalorizzare l’aspetto esteriore segnato dalla sofferenza delle sbarre e stimolare la capacità di intraprendere una strada nuova attraverso l’arte dello spignatto. Questi sono gli obiettivi del progetto denominato Sbarratamente Belle proposto dall’Associazione Green Life in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Ambientali del Comune e che terrà impegnate 10 detenute del reparto femminile fino al prossimo 30 giugno.

L’Associazione brindisina Green Life ha pensato di portare l’arte dello spignatto nel reparto femminile nella Casa Circondariale leccese di Borgo San Nicola per integrare nella società le detenute al termine della pena assegnata. Si tratta di un vero e proprio percorso formativo per insegnare le tecniche di produzione di cosmesi eco bio, completamente fai da te.

“Diffusa tra tante donne – commenta l’Assessore Andrea Guido – stanche di spalmarsi sul viso prodotti derivati dal petrolio come petrolati, parabeni e siliconi, sostanze cancerogene e dannose anche per l’ambiente, l’arte dello spignatto rappresenta un nuovo modo di prendersi cura del proprio corpo. Un modo ispirato a quello che era, nel passato, delle nostre nonne. Un doveroso ringraziamento va alla Direzione della Casa Circondariale con la quale abbiamo già collaborato in altre occasioni, sempre in maniera proficua, e che anche questa volta ha dimostrato una sensibilità e una disponibilità eccezionali nei confronti delle tematiche legate all’ambiente e alla sua salvaguardia”.

Il progetto Sbarratamente Belle si sviluppa in 2 fasi distinte: la prima, teorica, si svolge in aula e prevede la descrizione dei prodotti e le nozioni di base per la preparazione dei cosmetici, la seconda, pratica, si svolge in cucina e contempla le diverse tecniche di preparazione.

 

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here