test
mercoledì, Giugno 19, 2024
HomeRegione PugliaBariPuglia Partecipa Camp

Puglia Partecipa Camp

PUGLIA PARTECIPA CAMP”, IL PRIMO MEETING SULLA PARTECIPAZIONE IN PUGLIA

Il 30 e 31 maggio il Teatro Kursaal Santalucia di Bari ospiterà Puglia Partecipa Camp, un evento per rilanciare l’importanza di un approccio partecipativo alle politiche pubbliche, sette anni dopo l’approvazione della Legge Regionale sulla Partecipazione (Legge Regionale n. 28 del 13 luglio 2017), e per fare il punto sul percorso compiuto e sui risultati raggiunti. L’evento è promosso da Regione Puglia, Struttura Speciale Comunicazione Istituzionale – Ufficio della Partecipazione.

La due giorni di Puglia Partecipa Camp sarà incentrata sul tema Partecipazione: esperienze al futuro e riunirà esperti di processi partecipativi da tutta Italia, amministratori pubblici, stakeholder e cittadini, per discutere l’evoluzione dell’idea e delle pratiche di partecipazione e il suo ruolo nel processo decisionale su tematiche cruciali per il territorio e la comunità. L’obiettivo è quello di individuare nuove opportunità, offrendo una prospettiva alla diffusione di modelli partecipativi a tutti i livelli istituzionali.
IL PROGRAMMA                                                                                                                                                                                                           30 maggio – I sessione (9:30 – 13:00)                                                                                                                                                                  Sfide sociali, complessità e partecipazione

Dopo i saluti istituzionali del Presidente della Regione Puglia, interverrà Rocco De Franchi, Direttore della Struttura Speciale Comunicazione Istituzionale della Regione Puglia, a introduzione dei lavori.

A seguire, quattro lectio magistralis tenute da alcuni tra i più importanti studiosi delle tematiche connesse alla partecipazione: Giovanni Allegretti, Professore presso l’Università di Coimbra (Portogallo), Alessandra Valastro, Professoressa presso l’Università di Perugia, Giuseppe Andrea Primerano, Professore presso l’Università di Bari e Pasquale Bonasora, Presidente di Labsus, Laboratorio per la Sussidiarietà.

La prima sessione si chiuderà con un panel dal titolo “Oltre i confini regionali: la partecipazione in Italia ed Europa, al quale parteciperanno Tonio Giordano, fondatore di Altereco e Nùevù studio, e Gonçalo Canto Moniz, Coordinatore Progetto URBINAT.

II sessione (14:30 – 18:00) – Partecipazione e comunità territoriali

La seconda sessione si aprirà con un intervento di Anna Elisabetta Fauzzi, Responsabile Pianificazione Strategica e Coordinamento Attività di Comunicazione della Politica di Coesione 2021-2027 UE della Regione Puglia, sul ruolo dell’Ufficio Partecipazione della Regione Puglia.

La sessione pomeridiana continuerà con una panoramica su alcuni tra i principali processi partecipativi avviati dalla Regione per definire i propri documenti strategici e di programmazione. Intervengono: Silvia Pellegrini, Direttrice Dipartimento Politiche del lavoro, Istruzione e Formazione della Regione Puglia, Annalisa Bellino, Dirigente Sezione per l’attuazione delle politiche di genere della Regione Puglia, Anna Maria Candela, Dirigente Sezione tutela e valorizzazione dei patrimoni culturali della Regione Puglia, Vito Bavaro, Dirigente Sezione Trasformazione Digitale della Regione Puglia e Gianna Elisa Berlingerio, Direttora Dipartimento Sviluppo Economico della Regione Puglia.

A seguire, spazio alle comunità locali con i processi finanziati dall’Avviso Puglia Partecipa. Anna Elisabetta Fauzzi, Responsabile Pianificazione Strategica e Coordinamento Attività di Comunicazione della Politica di Coesione 2021-2027 UE della Regione Puglia, introdurrà i referenti di alcuni processi partecipativi territoriali, che presenteranno la loro esperienza e discuteranno sul ruolo dei Comuni e delle associazioni come promotori della partecipazione. È previsto, inoltre, l’intervento di un rappresentante di ANCI, Associazione Nazionale Comuni Italiani.

Nella prima giornata, l’Ufficio Partecipazione di Regione Puglia conferirà un attestato di merito ai primi 100 beneficiari degli Avvisi in Puglia, le realtà che per prime hanno attivato un processo partecipativo a livello territoriale, contribuendo a diffondere in modo significativo la cultura della partecipazione nella comunità e nei territori.
31 maggio – III sessione (9:30 – 13:00)                                                                                                                                                                       Nuovi orizzonti della partecipazione pubblica

La seconda giornata si aprirà con una sessione organizzata in collaborazione con l’Associazione Italiana Partecipazione Pubblica (AIP2), il Dipartimento della Funzione Pubblica e le Regioni EmiliaRomagna e Toscana. L’evento rientra nell’ambito della OpenGov Week 2024. Apre i lavori Rocco De Franchi, Responsabile della Comunicazione Istituzionale della Regione Puglia.

In programma una tavola rotonda che ha per tema la partecipazione come pilastro di politiche pubbliche efficaci e innovative, introdotta e moderata da Serenella Paci, Presidente di AIP2. Intervengono: Ângela Guimarães Pereira, Direttrice del Centro di competenza sulla democrazia partecipativa e deliberativa, Sabina Bellotti, Referente nazionale per le politiche di Open Government del Dipartimento per la Funzione Pubblica, Cristiana Rogate, Presidente e Fondatrice di Refe – Strategie di sviluppo sostenibile. È un’occasione per aprire un confronto con altre regioni italiane dalla consolidata esperienza in tema di partecipazione, con gli interventi di Sandro Ortu, Direttore del Servizio di Supporto alla predisposizione e gestione di piani e programmi cofinanziati dall’Unione Europea della Direzione Generale del Lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale della Regione Sardegna, Caterina Brancaleoni, Responsabile settore Coordinamento delle politiche europee, programmazione, riordino istituzionale e sviluppo territoriale, partecipazione, cooperazione, valutazione della Regione Emilia-Romagna, Francesca De Santis, Garante regionale dell’informazione e della partecipazione per il governo del territorio della Regione Toscana.

A seguire si terrà un incontro sull’impatto delle leggi regionali per la partecipazione e le sfide per il futuro, coordinato da Andrea Gelao, socio di AIP2, con interventi di Antonio Floridia, Responsabile settore Politiche per la partecipazione della Regione Toscana, Francesca Paron, Dirigente Gabinetto del Presidente della Giunta regionale della Regione Emilia-Romagna, Micaela Deriu, Settore coordinamento delle politiche europee, programmazione, riordino istituzionale e sviluppo territoriale, partecipazione, cooperazione, valutazione, e Anna Elisabetta Fauzzi, Responsabile Pianificazione Strategica e Coordinamento Attività di Comunicazione della Politica di Coesione 2021-2027 UE della Regione Puglia, e momenti di libero confronto con i partecipanti.

Chiude la sessione un dibattito su valori e principi per una partecipazione di qualità che ha per oggetto il percorso di revisione della Carta della Partecipazione, con la presentazione dei risultati e un laboratorio partecipativo a cura di AIP2.

IV sessione (15:00 – 18:00) – La formazione per promuovere la cultura della partecipazione

La IV sessione si apre con un momento dedicato alle opportunità formative in tema di partecipazione promosse dalla Regione. Si discuterà di metodi e di strumenti, di esperienze e di percorsi, nell’ottica di aumentare la qualità dei processi partecipativi. Intervengono: Anna Elisabetta Fauzzi, Responsabile Pianificazione Strategica e Coordinamento Attività di Comunicazione della Politica di Coesione 2021-2027 UE della Regione Puglia, Maria Sasso, Esperta di progettazione partecipata, Vito Stimolo, Professore della Libera Università Mediterranea “Giuseppe Degennaro”, Paolo Ponzio, Direttore DIRIUM Università degli studi di Bari “Aldo Moro”, Letizia Carrera, Professoressa dell’Università degli studi di Bari “Aldo Moro”. I dipendenti della Regione Puglia e del Partenariato Economico e Sociale, impegnati in esercizi di partecipazione, restituiranno i project work realizzati durante il corso “Cultura, metodi e processi per la partecipazione” dell’Università degli studi di Bari “Aldo Moro”.

Tracce e riflessioni emerse dal primo Puglia Partecipa Camp saranno raccolte nell’intervento conclusivo di Anna Elisabetta Fauzzi, Responsabile Pianificazione Strategica e Coordinamento Attività di Comunicazione della Politica di Coesione 2021-2027 UE della Regione Puglia e Andrea Gelao, Esperto di processi partecipativi.

Chiude i lavori Rocco De Franchi, Direttore della Struttura Speciale Comunicazione Istituzionale della Regione Puglia.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui

Post Popolari

Commenti recenti

Verified by MonsterInsights