lunedì, Dicembre 5, 2022
HomeAttualitàProtagoniste. Il novembre di UniSalento contro la violenza

Protagoniste. Il novembre di UniSalento contro la violenza

Protagoniste. Il novembre di UniSalento contro la violenza

Protagoniste. Il novembre di UniSalento contro la violenza”, nei prossimi giorni sono in programma i seguenti appuntamenti:
  • Il 22 novembre alle ore 17, negli spazi della UniSalento Community Library (Edificio MAUS, complesso Ecotekne, via per Monteroni – Lecce), in programma la proiezione del film documentario “Ma l’amore c’entra?” di Elisabetta Lodoli. Paolo, Luca e Giorgio (nomi di fantasia) hanno avuto comportamenti violenti contro la moglie o la compagna, ma della propria violenza si sono spaventati anche perché le donne che l’hanno subita hanno preteso da loro un cambiamento. Non sono arrivati a una violenza sanguinosa, di quella di cui si parla tutti i giorni alla tv o sui giornali, ma le ferite per se stessi e la famiglia sono state comunque molto gravi. Paolo, Luca e Giorgio sono tre uomini “normali”, le loro sono storie quotidiane eppure sconvolgenti; sono tre vite diverse per età, origine e carattere ma legate da un problema comune, e che per questo si sono incrociate in uno stesso luogo, quello in cui i tre hanno cercato aiuto: il centro LDV (Liberiamoci dalla violenza) dell’Azienda USL di Modena. Dopo la proiezione, introdotta da Monica Mc Britton, in programma una discussione con la partecipazione di Stefano Ciccone dell’Associazione Maschile plurale e di Maria Giuseppina Pacilli dell’Università di Perugia. Modererà l’incontro Terri Mannarini.
  • In collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale per la Puglia e l’ITES “Olivetti” di Lecce, il 23 novembre alle ore 19.30 al Teatro Politeama Greco di Lecce (via XXV Luglio) sarà possibile assistere gratuitamente allo spettacolo teatrale “Doppio taglio. Come i media raccontano la violenza sulle donne” di Marina Senesi. Spettacolo di narrazione, “Doppio taglio” affronta la tematica della violenza contro le donne distinguendosi per la scelta di uno sguardo trasversale: non il racconto della vittima, né quello di un testimone, tanto meno del carnefice, ma il disvelo di alcuni meccanismi comunicativi che agiscono sotto traccia, attraverso i quali il racconto dei media può plasmare la nostra percezione del fatto, trasformando anche la più sincera condanna in un’arma, appunto, a doppio taglio.
    Interverranno il Dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale di Lecce Vincenzo Melilli e la Dirigente scolastica dell’ITES Olivetti di Lecce Patrizia Colella; dopo lo spettacolo, con l’autrice e il pubblico discuteranno Anna Maria Cherubini e la giornalista Loredana De Vitis.
    Per l’ingresso è obbligatoria la prenotazione su https://www.eventbrite.it/e/445929766937. L’evento è inoltre valido per l’acquisizione di 4 crediti deontologici nell’ambito della formazione continua dei giornaliste/i: 50 i posti riservati, in questo caso da prenotare sul portale www.formazionegiornalisti.it.
RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui

Most Popular

Recent Comments

Alba Contino on La poesia di Alba Contino