Fondi per necessità alimentari ai Comuni, il consigliere Pala sollecita il “confronto con associazioni e parroci”

0
106

 Un confronto con le associazioni di solidarietà e con i parroci dei quartieri periferici per destinare ai bisognosi i fondi in arrivo ai Comuni per scopi alimentari.

E’ quello che sollecita il consigliere comunale di centrodestra a Lecce Giorgio Pala.

“La notizia del trasferimento ai Comuni italiani di una somma pari a 400 milioni di euro, già disponibili nei prossimi giorni e da destinare a misure urgenti di solidarietà alimentare per consentire alle persone in stato di bisogno di soddisfare le critica più urgenti ed essenziali, è una piccola notizia positiva che non deve coglierci impreparati”, riflette.

A breve, dunque, “il Sindaco avrà a disposizione una somma di circa 150mila euro con il vincolo d’uso sopra citato. Come saranno distribuiti questi soldi? Sicuramente tramite l’Ufficio Politiche Sociali, su questo non vi sono dubbi.
Sarebbe opportuno, però, che in un momento delicato come questo si procedesse senza sbagliare alcunché, andando a realizzare interventi mirati e specifici: è proprio su questo aspetto che mi permetto di offrire un consiglio”, afferma Pala.

“Prima di utilizzare questo denaro pubblico sarebbe opportuno un riscontro, in tempi rapidissimi, con tutti i responsabili delle associazioni di solidarietà operanti nel territorio comunale e soprattutto tutti i Parroci dei quartieri periferici (come ad esempio S. Maria delle Grazie nel quartiere S. Rosa, S. Giovanni Battista e Kolbe nel quartiere 167, S. Vincenzo De Paoli nel quartiere Casermette) che potranno agevolmente indicare le situazioni più difficili delle famiglie bisognose dove bisogna intervenire con la massima urgenza”, sottolinea.

“Solo a questo punto, con una capillare rete delle criticità alimentari della città, il Comune potrà assegnare in maniera corretta il contributo offerto in queste ore dal Governo”, conclude il consigliere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here