Danzare la terra Pro di Corsano

0
294

OLTRE QUARANTA                  CANDIDATURE PER  LA OPEN      CALL DI “DANZARE LA TERRA   PRO”.  

LA RESIDENZA ARTISTICA CON MARISTELLA MARTELLA E ROBERTO CASTELLO COINVOLGERÀ OTTO UNDER 35 PROVENIENTI DA TUTTA ITALIA. A CAUSA DELL’EMERGENZA CORONAVIRUS AL MOMENTO “SOSPESE” LE DATE PREVISTE (4/17 MAGGIO) A CORSANO IN PROVINCIA DI LECCE. 

Sono state oltre quaranta le candidature alla Open call per partecipare a Danzare la terra Pro, residenza artistica ideata e realizzata da Tarantarte con il sostegno del MiBACT e di SIAE, nell’ambito del programma “Per Chi Crea”. Dopo un’attenta analisi dei curricula e delle esperienze maturate, gli otto partecipanti – Marta AllegraErica BraviniRiccardo BuscariniSilvia CiardoIrene FiordilinoAlessandra GaetaMichael Incarbone ed Elisabetta Rollo – sono stati selezionati dai curatori Maristella Martella e Roberto Castello e dal consiglio direttivo di Tarantarte. Purtroppo, a seguito della Pandemia internazionale da COVID-19 e delle conseguenti misure di contenimento emanate dal Governo, le date della residenza – prevista dal 4 al 17 maggio negli spazi del LUG Centro Culturale Ex Macello di Corsano, in provincia di Lecce – sono al momento “sospese” e potrebbero subire delle modifiche.

«Stiamo scrupolosamente seguendo le indicazioni del Governo e delle autorità sanitarie ed agiamo secondo le linee guida considerando la loro continua evoluzione», sottolineano da Tarantarte. «Sarà nostra premura avvisare tempestivamente gli allievi e le allieve di ogni cambiamento che sarà stabilito. Per questo motivo, è stato deciso di prevedere una “Waiting List” nella quale abbiamo incluso le altre candidature pervenute, che saranno riconsiderate nel caso in cui i cambiamenti che interverranno dovessero comportare defezioni da parte dei selezionati o altre situazioni di difficoltà», proseguono dall’associazione. «Siamo certi che tutti capiate quanto la situazione sia complessa e che è necessario per noi attuare tutte le misure che permettano il regolare svolgimento delle attività».

La residenza è riservata a otto performer, danzatori e danzatrici, attori e attrici under 35 con un background professionale, che esprimano una forte motivazione alla sperimentazione creativa, che sviluppino un loro personale linguaggio di danza e che desiderino approfondire il tema del rito. Durante la residenza si svolgeranno stage intensivi, attività didattiche e performative guidate, oltre che dalle insegnanti della scuola Tarantarte e da Maristella Martella, direttrice artistica e coreografa della compagnia – da Roberto Castello, fondatore di Aldes (associazione di artisti che dal 1993 produce e promuove opere di sperimentazione coreografica, muovendosi tra danza, teatro e arti visive) e tra i massimi esponenti e sperimentatori della danza contemporanea in Italia. La residenza intende offrire strumenti teorici e pratici a coloro che si avvicinano allo studio e alla interpretazione dei riti del Mediterraneo attraverso il linguaggio coreutico al fine di supportare la creatività dei giovani artisti. Il progetto, dedicato alla creazione e ricerca coreografica, vuole recuperare l’importanza del rito che da sempre è presente nelle comunità del sud Italia e del Mediterraneo. La ritualità che crea legami e costruisce ricchezza sociale in un territorio che di sé ha ancora tanto da scoprire. Ai partecipanti sarà offerta la copertura delle spese di vitto, alloggio e viaggio. Info www.tarantarte.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here