mercoledì, Aprile 17, 2024
HomeNotizie dal MondoCellulari rubati nel pub e nel centro di accoglienza: nei guai tre...

Cellulari rubati nel pub e nel centro di accoglienza: nei guai tre giovani

Cellulari rubati nel pub e nel centro di accoglienza: nei guai tre giovani

Il cellulare, compagno inseparabile ormai per chiunque, è diventato uno degli oggetti più rubati. Ne sono una dimostrazione i due differenti episodi che ieri a Galatina hanno avuto proprio come elemento comune il furto di un cellulare. Il primo episodio ha visto come teatro del furto un pub di Galatina. Qui due persone, D.L.S. di 22 anni e una ragazza di 23 anni, P.A., entrambi di Matino, durante una serata in locale hanno approfittato della distrazione di un avventore per sottrargli lo smartphone. La vittima, accortosi della mancanza del telefonino, si è quindi rivolto agli Agenti del Commissariato di Galatina che hanno dato il via alle indagini. Grazie alla visione di alcuni filmati videoregistrati da un sistema a circuito chiuso, sono quindi riusciti a risalire all’individuazione delle persone responsabili del furto. Le ulteriori indagini nelle successive ore hanno permesso quindi di rintracciare i due responsabili. La perquisizione domiciliare nelle rispettive abitazioni di Matino hanno confermato le ipotesi: in una di queste è stato difatti ritrovato il cellulare  la sera prima nel Pub di Galatina. I due sono stati denunciati in stato di libertà.

Episodio simile questa mattina in una struttura di accoglienza di Galatina. Un ospite, cittadino non italiano, ha chiesto aiuto al commissariato per il furto del cellulare, avvenuto all’interno della stessa struttura. Il telefono, lasciato sul comodino, era difatti sparito. L’immediato intervento degli operatori ha poi consentito di fermare il responsabile, ancora presente nella struttura. Il ladro si è rivelato essere un ragazzo di Galatina di 21 anni, che sottoposto a perquisizione personale è stato trovato ancora in possesso del telefono. Per cercare di sfuggire ad occhi indiscreti, lo aveva nascosto sotto la calza maglia. Il giovane, L.M. di Galatina, già conosciuto dagli agenti, è stato denunciato in stato di libertà.

 

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui

Post Popolari

Commenti recenti

Verified by MonsterInsights