Banca Popolare Pugliese

0
74

Banca Popolare Pugliese: Utile netto 8,028 milioni.

Il Consiglio di Amministrazione della Banca Popolare Pugliese, nella seduta di ieri, ha
approvato la situazione patrimoniale ed economica al 31.12.2020.
La pandemia Covid-19, comparsa all’inizio del 2020, ha significativamente deteriorato il
contesto di riferimento costringendo a misure restrittive senza precedenti con ricadute a livello sanitario, sociale, politico, economico e finanziario.
In tale scenario la Banca ha messo in campo, anche in ottemperanza ai decreti ministeriali
adottati, tutte le iniziative a tutela dei lavoratori ed a sostegno delle famiglie e delle imprese per far fronte all’emergenza Covid-19, attraverso tutte le misure di sostegno consentite, tra cui le moratorie su prestiti e linee di credito e l’accesso a nuovi finanziamenti assistiti da garanzia pubblica.

Situazione patrimoniale ed economica al 31 dicembre 2020.
I dati patrimoniali e i dati economici di seguito riportati sono confrontati con i corrispondenti dati dell’esercizio 2019, redatti conformemente ai principi contabili internazionali.
I crediti netti verso clientela ordinaria ammontano, al 31 dicembre 2020, a 2.550 milioni di euro e registrano una crescita, rispetto allo scorso anno, di 183,67 milioni di euro (+7,76%).
I crediti deteriorati netti, pari a 147 milioni di euro, rappresentano il 5,78% dell’ammontare
complessivo dei crediti (al 31 dicembre 2019 rispettivamente 156 milioni di euro e 6,60%) e registrano un decremento complessivo di 8,79 milioni di euro. Il tasso di copertura complessivo sugli stessi si ragguaglia al 54,43% e quello dei crediti in sofferenza, in particolare, al 65,78%.
La raccolta complessiva da clientela ammonta a 4.780 milioni di euro in incremento di 420
milioni di euro (+9,64%), rispetto al 31 dicembre 2019, per effetto dell’incremento della
raccolta diretta di 423,22 milioni di euro e del decremento della raccolta indiretta di 3,08 milioni di euro.
La solidità patrimoniale si colloca su livelli elevati con il CET1, il TIER1 ed il TOTAL
CAPITAL RATIO al 19,717% phase in ed al 17,891% fully loaded, in entrambi i casi ben oltre i requisiti di Vigilanza pari, rispettivamente al 7,543%, 9,227% e 11,47%.
Il margine di interesse al 31 dicembre 2020, rispetto allo scorso anno, si riduce del 2,42% (-2,01milioni di euro), il margine di intermediazione si riduce del 1,74% (-2,26 milioni di euro) quale risultato del decremento del margine d’interesse, del decremento delle commissioni nette (-1,19milioni di euro) e dei dividendi ( -0,24 milioni di euro) e dell’incremento del risultato netto delle attività finanziarie (+1,17 milioni di euro).

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here