test
martedì, Luglio 23, 2024

E:STATE AD ASCOLTARE

I CONCERTI DEL CONSERVATORIO  E TITO SCHIPA MUSIC FACTORY SUMMER EDITION 2024

 

La lunga estate salentina di concerti del Conservatorio Tito Schipa entra nel vivo. Venerdì 5 luglio 2024 alle ore 16.00 presso la presidenza del Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce nel corso della conferenza stampa è stato presentato il ricco e variegato cartellone dei concerti per la stagione estiva 2024 che mira alla valorizzazione del talento e ad avvicinare il pubblico ai capolavori della musica ricchi di sonorità in grado di trasportare l’ascoltatore in un viaggio nell’intimo e nel tempo.

L’Istituzione Musicale anche quest’anno porta in scena una duplice rassegna: I Concerti del Conservatorio, a cura dei docenti con la collaborazione degli studenti, e “Tito Schipa Music Factory”, ideata e organizzata in tutto e per tutto dalla Consulta degli Studenti, che vedrà sul palco formazioni di giovani musicisti dei vari corsi curriculari. Entrambe le rassegne sono organizzate in attuazione della Legge Regionale n.68 del 29 dicembre 2017 – Assessorato all’Università della Regione Puglia ed in sinergia con i Comuni di Lecce, Ceglie Messapica, Corigliano d’Otranto, Nardò  e Poggiardo.

All’incontro con la stampa sono intervenuti: il Presidente e il Direttore del Conservatorio, rispettivamente, dott. Luigi Puzzovio e M° Corrado De Bernart, l’Assessore all’Università della Regione Puglia, Sebastiano Leo, il Sindaco di Lecce, Adriana Poli Bortone, il Sindaco di Poggiardo, Antonio Ciriolo, il Sindaco di Ceglie Messapica, Angelo Palmisano, e il Presidente della Consulta degli Studenti, Samuel Menga.

Tutto pronto per una nuova edizione estiva all’insegna della grande musica che coinvolge e abbraccia un pubblico sempre più vasto di tutte le età e con gusti musicali differenti, confermando i valori identitari del Conservatorio di Musica “Tito Schipa”: ampia gamma di sonorità, esplorazioni di generi, atmosfere da sogno, coinvolgimento dinamico, qualità dei talenti e rinnovata creatività nel continuo dialogo tra passato e futuro, tra tradizione e innovazione.

Si tratta di una programmazione che mira a portare in scena dal vivo il ruolo strategico del Conservatorio con il suo carico di storia e la sua gloriosa tradizione di Alta Formazione attraverso concerti in grado di valorizzare i giovani talenti e sancire nuove collaborazioni istituzionali per aprire nuovi orizzonti.

Nel corso dell’incontro con la stampa è stato presentato il programma di questa stagione estiva, come da tradizione itinerante, che si dipanerà in alcuni comuni salentini pronti ad accogliere musicisti e pubblico in splendide cornici incastonate in chiostri di antichi monasteri, piazze e ville comunali trasformati in palcoscenici teatrali.

Grande soddisfazione è stata espressa per la varietà dell’offerta musicale da parte del Conservatorio da parte di tutti gli intervenuti.

“Accademie e Conservatori sono il fiore all’occhiello della Regione Puglia – ha dichiarato l’assessore all’Università della Regione Puglia Sebastiano Leo. Per questo motivo è stato elargito un finanziamento di 1 milione e mezzo di euro dalla Regione per supportare concerti itineranti e per far conoscere i talenti da valorizzare e incentivare in vista anche di una preparazione eccellente in grado di contrastare le sirene dell’intelligenza artificiale che prende sempre più piede. Proprio per questo motivo il prossimo obiettivo dovrebbe essere quello di gettare le basi per una filiera tra tutte le scuole, che dovrebbero annoverare un indirizzo musicale, e i vari conservatori sparsi sul territorio regionale”.

L’intervento del presidente del Conservatorio ha sottolineato il ruolo della cultura e della musica con il territorio e come sia importante portare l’eccellenza musicale in luoghi privilegiati particolarmente amati dagli appassionati di musica che rinsaldano il legame emotivo con la storia e la natura. “Ci teniamo a rafforzare la presenza fuori le mura di docenti e in modo particolare dei nostri studenti che in virtù del loro talento non smettono di stupire” – ha dichiarato il presidente del Conservatorio Luigi Puzzovio, dopo i saluti di rito.

Le note di ben 12 concerti, ad ingresso libero sino ad esaurimento posti, animeranno diverse serate da luglio a settembre (con pausa ad agosto) e daranno refrigerio ai partecipanti con proposte del panorama musicale molte variegate: dalla musica lirica alla classica con il trio fiati, voce e pianoforte; dal duo flauto e chitarra all’ensemble pop-rock; dal quartetto con flauto, oboe, clarinetto e pianoforte all’orchestra d’archi del laboratorio di musica da camera; dal piano for percussion all’ensemble jazz e all’ensemble pop-classic e alle musiche tradizionali del Mediterraneo

Questa stagione estiva si conferma in linea con le precedenti e risponde sempre all’obiettivo di segnare il transito tra i contenuti della didattica e quelli dell’esperienza maestra di vita fatta sui palchi ha sottolineato il M° Corrado De Bernart, direttore del Conservatorio, che ha acceso un faro sulla valenza  del contenitore “Tito Schipa Music Factory” della Consulta degli Studenti. Questa peculiarità è stata rimarcata anche dal Presidente della Consulta degli Studenti Samuel Menga che si è soffermato su quanto sia importante non solo la conoscenza, ma anche la formazione sul campo e l’esperienza nelle piazze perché si persegue una visione lungimirante che guarda verso il futuro e si rivela preziosa per far coronare l’obiettivo prefissato a monte ossia quello di un progetto vincente.

Non a caso sempre più studenti scelgono di frequentare le lezioni al Conservatorio di Lecce che fa rete non solo con gli altri conservatori di Puglia, ma anche con quelli di Matera e Trento. Intanto si raccolgono i frutti seminati grazie anche alla sede distaccata del Conservatorio a Ceglie Messapica, dove il Comune, come ha sottolineato il sindaco Angelo Palmisano, con sacrifici ha messo a disposizione un immobile adeguato per le lezioni e ha garantito la partecipazione ai concerti durante tutte le stagioni concertistiche.

Il sindaco di Lecce, Adriana Poli Bortone, ha ribadito il suo entusiasmo per i risultati straordinari conseguiti dal Conservatorio, segnalando il desiderio di valorizzazione della chiesa degli Agostiniani come scenario per concerti, eventi e iniziative canora. Il sindaco neoeletto ha suggerito, inoltre, di riprendere il concorso per voci nuove in Città in sinergia con il Conservatorio, mentre il sindaco di Poggiardo ha invitato a celebrare un matrimonio tra musica e beni culturali in un Comune ricco di storia, testimonianze e scavi archeologici da età messapica ad età medievale.

Si parte domenica 7 luglio 2024 alle ore 21.00 nel chiostro dell’ex convento dei Teatini in corso V. Emanuele a Lecce con “La Musica delle Parole: Omaggio a Mogol”, è affidata all’Ensemble pop-rock del “Tito Schipa”.

Articoli Correlati

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui

Post Popolari

Commenti recenti

Verified by MonsterInsights