“Veneri Anadyomenes”: poesia in musica per l’album made in Salento

0
387

“Veneri Anadyomenes”: poesia in musica per l’album made in Salento

Un disco biografico, frutto del percorso artistico e personale degli autori. L’album “Veneri Anadyomenes” è autentico, vero, mai ipocrita. Senza cedere alle lusinghe del commerciale, rispecchia il percorso di crescita e maturità degli artisti, rimandando a travagli interiori, sorprendendo con improvvise aperture che hanno il sapore di squarci di sereno dopo il temporale. Con nove tracce che sembrano i capitoli di un libro, raccontano una storia nata nel 2009 e passata attraverso varie traversie. Il risultato è un prodotto dirompente, complesso come l’esistenza, a metà tra gli echi della poesia e l’urlo della rabbia.

“Siamo 4 musicisti, tutti proveniente dagli studi nel Conservatorio Musicale di Lecce” spiegaPierluigi Greco. “Nati come rockband, abbiamo puntato a far uscire la nostra musica dagli studi di registrazione per portarla in strada, nel cuore della città, per accogliere le suggestioni e i contributi degli spettatori. É un continuo work in progress, ci nutriamo delle esperienze che ci circondano, accogliamo le influenze della musica e della poesia che amiamo”.

Concepito come un album che rispecchia gli elementi alchemici – fuoco/terra/acqua/aria – ospita nove tracce che, spiega, “esprimono un continuo desiderio di evoluzione, ripudiano la statica paura di eccedere all’interno di un panorama artistico monocromatico. Così come anche i personali vissuti degli autori che trovano sfogo in un percorso che parte dal fuoco, terra, acqua e aria, per arrivare ad un canale unico, una seconda fase in cui tutti gli elementi sono presenti, partendo dall’imprevedibile ‘White Sky’, per arrivare ad una rassegnata ‘If Rainbow’. Un vero e proprio discorso che rimane aperto nell’ultima traccia ‘Space’, rivolto alla bellezza, l’underground, la filosofia del potere e la psichedelica”.

Il disco, già in distribuzione negli store e sul web, viene oggi rilanciato dal singolo “Black Clouds”.

“Veneri Anadyomenes”
Pierluigi Greco: batteria
Oscar Verrico: voce
Federico Guido: tastiera
Michele Liaci: chitarra
Paolo Rizzo: basso



Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here