UN FONDO PER LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE

0
481

Siglato oggi a Palazzo Carafa un accordo tra la Fondazione Patrimonio Comune dell’Anci e il Comune di Lecce. Soddisfatto il sindaco Paolo Perrone: “Valorizzeremo il patrimonio immobiliare senza svendere i ‘gioielli’ di famiglia”.

FullSizeRender (1)Il presidente della Fondazione Patrimonio Comune dell’Anci, Alessandro Cattaneo, e il sindaco di Lecce, Paolo Perrone, hanno sottoscritto questa mattina a Palazzo Carafa un accordo per accompagnare l’Amministrazione Comunale nell’istituzione di un Fondo immobiliare con Invimit, la società voluta dal Ministero del Tesoro per incoraggiare la dismissione del patrimonio immobiliare pubblico.

“Quella siglata  oggi a Lecce – ha sottolineato il presidente della Fondazione Patrimonio Comune dell’Anci, Alessandro Cattaneorappresenta l’esperienza più avanzata in questo momento per la valorizzazione del patrimonio immobiliare di un Comune attraverso le Società di gestione del risparmio a vocazione pubblica di Invimit. E’ molto significativo che si parta da una città del Sud, da una città che è in grado di mettere in campo una progettualità moderna ed innovativa. Per fortuna è finito il tempo dei finanziamenti a pioggia. Ora i Comuni devono voltare pagina. C’è bisogno di coraggio e innovazione e di un’Amministrazione che desidera essere capofila. Ebbene, Lecce ha tutte queste caratteristiche. Non è un problema, dunque, legato alla mancanza di soldi , ma alla capacità progettuale messa in campo dai Comuni.  Il percorso che porta alla nascita di un fondo immobiliare  è in questo momento quello più efficace e moderno per trasformare il patrimonio immobiliare pubblico da problema in una vera e propria risorsa per le amministrazioni locali”.

Soddisfatto il sindaco di Lecce, Paolo Perrone, anche nella sua veste di vice presidente vicario Anci: “Valorizzeremo il patrimonio immobiliare senza svendere i ‘gioielli’ di famiglia. Oggi il Comune di Lecce riesce a costruire un’operazione intelligente supportata da un progetto chiaro di sviluppo del territorio. Non a caso abbiamo da tempo effettuato alcune variazioni urbanistiche per favorire il patrimonio pubblico. Insomma, non ci spogliamo dei nostri beni. Al contrario, entriamo nel Fondo per giocare un ruolo importante nella valorizzazione dei nostri asset. Invito, dunque, tutti i Comuni – soprattutto i più piccoli – a consorziarsi al fine di proporre un’operazione simile a quella messa in campo da questa Amministrazione. Sono molto soddisfatto dell’accordo raggiunto e ringrazio per questo il gran lavoro svolto dall’ufficio Patrimonio”.

 “E’ un percorso avviato nel 2010 – ricorda Attilio Monosi, assessore al Bilancio e ai Tributi del Comune di LecceLecce è il primo comune del Mezzogiorno che ha saputo cogliere questa opportunità per valorizzare il patrimonio immobiliare attraverso la costituzione di un Fondo ad hoc. Grazie a questo progetto – oramai in  fase avanzata – intendiamo centralizzare gli uffici comunali, realizzare un nuovo asilo e un nuovo mercato coperto”.

 

 

 

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here