Successo del PrevenTour 2017 a Lecce

0
901

LARGA PARTECIPAZIONE ALLA MANIFESTAZIONE DI PREVENTOUR2017

Il dottor Antonio Palumbo, primario facente funzioni del reparto di Otorinolaringoiatria dell’Ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, è entusiasta di questa domenica trascorsa, con il Dottor Silvano Vitale, referente per l’Audiologia dello stesso Reparto ospedaliero, tra la gente in Piazza Sant’Oronzo.

È il PrevenTour 2017, l’iniziativa dell’Associazione “Europa Solidale” Onlus che sensibilizza i cittadini sulla necessità di effettuare periodicamente controlli e screening sanitari, portando la prevenzione direttamente tra la gente nelle piazze durante i weekend.

PrevenTour a Lecce 2

PrevenTour a Lecce

Per tutta la giornata (domenica 1° ottobre) in piazza Sant’Oronzo a Lecce tantissime persone hanno visitato il villaggio della prevenzione con una tenda della Croce Rossa Italiana, i gazebo dell’AVIS, della SPI GCIL, della FIADDA Lecce (Famiglie Italiane Associate per la Difesa dei Diritti delle persone Audiolese) edell’Associazione Cuore e Mani aperte verso chi soffre Onlus.

Direttore sanitario del PrevenTour 2017 è stato il Dottor Antonio Palumbo che nell’occasione ha dichiarato «questo è il significato più autentico della parola prevenzione: riuscire a far comprendere ai cittadini quanto sia importante effettuare controlli sanitari periodici, non porsi il problema solo quando i sintomi di una patologia siano ormai evidenti. Questo è ancora più importante con le malattie del sistema uditivo, laddove in reparto si presentano prevalentemente pazienti con ipoacusie “importanti”, o con altre patologie ormai conclamate, mentre spesso è fondamentale riuscire ad operare una diagnosi precoce del problema».

Il Dottor Antonio Palumbo ha poi sottolineato come «questo vale soprattutto per i bambini in età prescolare, perché l’identificazione di un problema uditivo grave può portare alla sua soluzione ricorrendo al cosiddetto impianto cocleare, anche noto come “orecchio bionico”, del quale il reparto di Otorinolaringoiatria dell’Ospedale “Vito Fazzi” di Lecce è uno dei centri di riferimento pugliesi».

Anche il dottor Silvano Vitale, referente per Audiologia del reparto di Otorinolaringoiatria dell’Ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, ha partecipato alla tappa del PrevenTour 2017: «oggi qui in piazza Sant’Oronzo sono state realizzate tantissime audiometrie a persone che non si erano mai sottoposte a questo esame, rilevando in alcuni casi ipoacusie in stato iniziale e anche abbassamenti dell’udito importanti. Abbiamo invitato questi cittadini a non trascurare gli esiti di questo esame e a farsi visitare quanto prima nel reparto di Otorinolaringoiatria dell’Ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, il luogo deputato ad effettuare una diagnosi clinica completa. Soprattutto nei pazienti anziani è importante intervenire mediante protesi acustiche il cui uso contribuisce a limitare fenomeni di demenza senile».

In piazza Sant’Oronzo i cittadini hanno ricevuto materiale informativo e hanno potuto sottoporsi gratuitamente ad esami audiometrici per la prevenzione dei disturbi al sistema uditivo, nonché ad altri controlli della pressione e della glicemia, il tutto in un clima festoso con intrattenimento per i più piccoli. I volontari della Croce Rossa Italiana, inoltre, hanno curato dimostrazioni di manovre salvavita da realizzarsi in occasione di incidenti domestici e stradali.

Il Dottor Alvaro Grilli, responsabile della Maico Lecce, che con la Otosalus sostiene il PrevenTour 2017, ha confermato l’intendimento della Maico, azienda leader nella produzione di protesi acustiche, di continuare a sostenere iniziative di sensibilizzazione dei cittadini: «invito tutti coloro che oggi non hanno potuto essere qui con noi in Piazza Sant’Oronzo, a recarsi presso uno dei Centri Maico dove i nostri audioprotesisti sapranno consigliare loro e adattare la soluzione acustica migliore per loro in qualsiasi ambiente».

A Lecce PrevenTour 2017 si è avvalso del patrocinio di Regione Puglia, Provincia di Lecce, Comune di Lecce e ASL Lecce.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here