martedì, Novembre 29, 2022
HomeSvago e Tempo LiberoMusicaRACHELE ANDRIOLI E ROCCO NIGRO

RACHELE ANDRIOLI E ROCCO NIGRO

La cantante e il fisarmonicista presentano, tra gli altri, i brani di Malìe, nuovo progetto discografico prodotto artisticamente da Gabriele Rampino ed Eraldo Martucci per Fonosfere, collana editoriale dell’etichetta salentina Dodicilune e distribuito da IRD.

Mercoledì 23 luglio (ore 22 – ingresso gratuito) al Rerum Apuliae  di Marina di San Gregorio (Le) la cantante Rachele Andrioli e il fisarmonicista Rocco Nigro presenteranno, tra gli altri, i brani di Malìe, nuovo progetto discografico  prodotto artisticamente da Gabriele Rampino ed Eraldo Martucci per Fonosfere, collana editoriale dell’etichetta salentina Dodicilune e distribuito da IRD. Il duo sarà in concerto sabato 26 luglio a Fasano (Club Amici della Selva), giovedì 31 a Grottaglie (nell’ambito di Vino e Musica) e venerdì 1 agosto al Mercatino del Gusto di Maglie.

I due giovani autori e interpreti propongono un lavoro con tratti innovativi, tra una ben radicata tradizione salentina e una dimensione nuova, tra “world music” e nuove “sensibilità musicali” contemporanee. Nove brani (quattro tradizionali e cinque inediti) nei quali i due sono affiancati da Enza Pagliara (voce), Valerio Daniele (chitarra), Redi Hasa (violoncello), Francesco Massaro (sax baritono), Vito de Lorenzi (percussioni), le sorelle Gaballo (voce e mani) e Mauro Semeraro (mandolino). Nel corso del concerto il duo traccia un percorso ben preciso, una successione di arie popolari, di omaggi a voci femminili e di brani inediti. Si sale, un salto dopo l’altro, dalla musica tradizionale del Sud Italia alla canzone popolare italiana (Gabriella Ferri, Domenico Modugno) e del mondo (Edith Piaf, Amalia Rodriguez, Chavela Vargas). Due giovani autori e interpreti che lavorano a una proposta con tratti innovativi, tra un ben radicato tratto salentino e una dimensione decisamente nuova, tra “world music” e nuove “sensibilità musicali” contemporanee. Su Youtube è disponibile il videoclip del primo singolo estratto dall’album. Nel brano Malìa, composto dai due musicisti, la stessa cellula musicale si sviluppa in armonia con la voce, quasi per immaginare una sorta d’incantesimo. Il videoclip è firmato dal regista Gianni De Blasi.

“Il disco è un percorso sui luoghi ancestrali e mitici della cultura vocale, sui tòpoi del Salento e della Puglia primitivi, sulla tradizione vocale che muove in transizione verso suggestioni nuove e che si collega idealmente al Fado portoghese, ma anche allo stornello romano”, sottolinea Eraldo Martucci nell’introduzione a Malìe. “La fascinazione del primo elemento strumentale, la voce, e della sua capacità di trasmettere oralmente tradizioni, dinamiche, favole, sogni. La centralità dell’elemento vocale impone di spogliarsi da ogni orpello, alla ricerca di una essenzialità primigenia: in tal senso la voce lega con i mantici di una fisarmonica, in pochi contrappunti con altri strumenti, dove la dimensione del duo prevale su scelte forse più ricche ma meno vere. Rachele Andrioli, con la sua eccezionale ricchezza timbrica e con un’espressività mai ostentata ed affidata sempre al canto, percorre i luoghi rurali della sua terra non nascondendo le sue influenze bizantine, richiamando il senso della musica come espressione di socialità”, continua il critico. “Musica cioè nella quale l’uso della voce come nenia funebre, come accompagnamento di cerimonie, nascite, matrimoni, preghiere torna ad esprimere la propria centralità, affiancata in questo caso dalla fisarmonica straordinaria di Rocco Nigro. Una musica che dunque va oltre l’intrattenimento per diventare piuttosto potere visionario e vibrante, e con immaginazioni interiori più potenti, come testimonianza appunto di quella dimensione ancestrale che vive ancora oggi. Una musica dalla natura comunicativa più profonda, nascosta e che rivela il suo ruolo essenziale come archetipo di tutti i nostri comportamenti. Il duo, formula mutuata dalla musica colta ma perfettamente attinente anche a quella popolare, muove da esperienza radicata in più di un triennio sul territorio, fino ad arrivare ad un franco successo di pubblico anche oltre il territorio. Forti di tali esperienze sul campo, i due musicisti riescono a creare unisono tra il respiro della voce e quello del mantice della fisarmonica che la sostiene, in un gioco fascinoso di … malìe”.

Dodicilune è attiva dal 1996 e riconosciuta dal Jazzit Award tra le prime tre etichette discografiche italiane (dati 2010/2013). Dispone di un catalogo di oltre 150 produzioni di artisti italiani e stranieri, ed è distribuita in Italia e all’estero da IRD presso 400 punti vendita tra negozi di dischi, Feltrinelli, Fnac, Ricordi, Messaggerie, Melbookstore. I dischi Dodicilune possono essere acquistati anche online (Amazon, Ibs, LaFeltrinelli, Jazzos) o scaricati in formato liquido su 56 tra le maggiori piattaforme del mondo (iTunes, Napster, Fnacmusic, Virginmega, Deezer, eMusic, RossoAlice, LastFm, Amazon, etc). Info su www.dodiciluneshop.it

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome qui

Most Popular

Recent Comments

Alba Contino on La poesia di Alba Contino