Quando la pittura racconta Dante

0
103

Le trasposizioni pittoriche della divina commedia”

E’ il titolo della conferenza, a cura di Maria Agostinacchio, che si terrà giovedì 25 marzo alle 18.30 presso il Museo Castromediano di Lecce e che verrà trasmessa in diretta sulle pagine Facebook e Instagram dell’Associazione Festinamente. L’incontro, in occasione dei 700 anni dalla morte di Dante e del Dantedì, rientra nella rassegna “Conferenze: tra musica, arte e letteratura” di Festinamente sostenuta dalla programmazione Custodiamo la cultura in Puglia.

«La Divina Commedia in film? Non lo farò mai», rispose Fellini, «per una ragione semplice: questo film, Dante lo ha già fatto». Se ormai la critica moderna ha rintracciato il debito che Dante ha contratto dalla tradizione figurativa allegorica, simbolica, metaforica medievale per la stesura della Divina Commedia e per l’invenzione di quel mondo immaginifico ultraterreno, è innegabile l’immediato risarcimento in termini di ispirazione che Dante a restituito agli artisti di tutti i tempi diventando con i suoi versi fonte di creatività inesauribile.

Al capolavoro dantesco sarà dedicata la conferenza “Quando la pittura racconta Dante. Le trasposizioni pittoriche della Divina Commedia”, a cura di Maria Agostinacchio, storica dell’arte, docente al Liceo Artistico e Coreutico “Ciardo-Pellegrino” di Lecce e nel Direttivo Nazionale di ANISA, Associazione Nazionale Insegnanti di Storia dell’Arte – Per l’educazione all’Arte.

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here