Prima tappa del Life Beyond Life on the move

0
209

La prima tappa del Life Beyond Life on the move

Al DB d’Essai Cinema e Teatro di Lecce presentati da Annunziato Gentiluomo, Andrea Morghen e Lucio Toma, il 18 novembre saranno proiettati Rock Out” di Alice Gadbled, The Flyining Fish di Murat Saiginer e “Sending Off di Thomas Ash. La serata-evento sarà arricchita dalla presenza della medium Annalisa Perrino.

Giovedì 18 novembre, dalle ore 18.15, il DB d’Essai Cinema e Teatro di Lecce, diverrà la location della prima tappa del “Life Beyond on the move”, proposta dall’Università Popolare ArtInMovimento in sinergia con la società di distribuzione QuasiCinema.

Dopo essere stato presentato all’interno del XXIV Religion Today Film Festival di Trento, il festival, unicum nel suo genere, in quanto focalizzato sui temi escatologici per lo più legati alla vita oltre la vita, accogliendo anche tutto ciò che ruota attorno all’evento morte, al concetto di destino e alle esperienze di medium, channeler e operatori olistici, si offre a diverse sale attraverso un format originale che vuole valorizzare i premiati della prima edizione.

Introdotti dal direttore artistico Annunziato Gentiluomo, a distanza, e in sala dal Responsabile della Selezione Andrea Morghen e dal Referente della Giuria Cortometraggi Lucio Toma, saranno visibili “Rock Out” (Belgio, 2019) di Alice Gadbled (Miglior Cortometraggio), “The Flyining Fish” (Turchia, 2019) di Murat Saiginer (Menzione Speciale) e “Sending Off” (Giappone, 2019) di Thomas Ash (Miglior Documentario).

La serata sarà arricchita dalla presenza della medium della gioia Annalisa Perrino, salentina, che racconterà la sua storia e come vive il dono della medianità.

“Mentre già si lavora per la seconda edizione del LBLFF avendo riaperto da poco le iscrizioni sulla piattaforma Filmfreeway (https://filmfreeway.com/LifeBeyondLifeFilmFestival), desideriamo creare sinergie per problematizzare sulla morte, purtroppo oggi ancora un tabù, e sulla vita oltre la vita. Il Cinema DB d’Essai si è dimostrato aperto a questo nostro format e quindi siamo lieti di questa collaborazione. Inizieremo con questa serata evento sperando in altre serate per proseguire con le nostre riflessioni. Parlare e affrontare certi temi è conoscere più a fondo e con maggiore serenità la realtà in cui siamo immersi, avendo strumenti in più per poterci meglio dialogare e rifuggire da paure socialmente costruite”, precisa Annunziato Gentiluomo.

“È un’occasione unica per affrontare temi universali ed essenziali per ogni essere umano, temi che troppo spesso sono trattati con superficialità o addirittura sono trascurati. Come per i generi cinematografici, il tema affrontato non deve essere visto come cupo e chiuso in se stesso, ma come momento di riflessione e apertura. Gli artisti, attraverso la propria sensibilità personale e culturale, ci offrono prospettive che erodono la tendenza al rifiuto, che ampliano il nostro sguardo sulla vita”, conclude Lucio Toma.

                                                                                                SINOSSI DEI FILM IN PROGRAMMAZIONE

Rock Out” di Alice Gadbled (Belgio – 22’03’’) – Miglior Cortometraggio della prima edizione del Life Beyond Life Film Festival – è un cortometraggio che si focalizza sulla scelta di Bob, attivista e ateo, che chiede di essere sepolto religiosamente, sconvolgendo i suoi tre figli Emilie, Lucien e Benoît. Come dire addio attraverso codici che non ti appartengono? Come condividere il lutto? Come condividere il defunto? Sono i quesiti su cui Alice Gadbled invita alla riflessione. Un film divertente, sensibile e attento che riesce a offrire letture differenti del momento della separazione di un caro che passa oltre.

The Flying Fish” di Murat Sayginer (Turchia, 21’22’’) – Menzione Speciale del primo LBLFF – descrive, con un linguaggio sperimentale, privo di dialoghi, il viaggio di un pesce volante che segna l’inizio della transizione verso una nuova era.

Sending Off” di Thomas Ash (Giappone – 73’) – Miglior Documentario della prima edizione del Life Beyond Life Film Festival – è un documentario che parla della fine della vita girato nel Giappone rurale. Il regista documenta un medico che, insieme al suo team, fornisce assistenza ospedaliera ai residenti di un villaggio che scelgono di morire a casa. Le stagioni che cambiano forniscono uno sfondo alle relazioni più profonde che i pazienti creano con le loro famiglie mentre raggiungono la fine della loro vita. La fiducia che il regista ha riposto nell’équipe medica e nei pazienti si riflette nel livello sorprendente di accesso concesso alla macchina da presa. Il film è stato descritto come “carico di emozioni… che ci fa mettere in discussione il nostro atteggiamento verso la morte e l’invecchiamento”, avendo anche il potere di “togliere la paura della morte”.

“Sending Off” è stato nominato Miglior Documentario al Nippon Connection 2019, il più grande festival di cinema giapponese al mondo.

PRESENTAZIONE DELLA MEDIUM

Annalisa Perrino, Medium Spiritualista. È conosciuta a livello italiano come la medium della Gioia, Fondatrice è responsabile del cerchio medianico Anima e cuore di Novara. Da anni si occupa di dimostrazione di medianità pubblica, contatti personali con il Mondo dello Spirito, formazione sullo sviluppo delle capacità sensitive e medianiche. Insegna anche meditazione, metafonia con la tecnica di Napoli, pittura spirituale. Medium formata presso l’Arthur Findlay College di Londra. Ideatrice e conduttrice della “Scuola di Sensitività e Medianità Spirituale”.

PRESENTAZIONE DEL LBLFF

Il Life Beyond Life Film Festival (https://www.lifebeyondlife.net/), proposto dall’Università Popolare ArtInMovimento (https://www.unipopaim.it/) e dall’Associazione Culturale SystemOut (http://www.systemout.org/), in sinergia con l’A.R.E.I. (Afterlife Research and Education Institute) e col Religion Today Film Festival, ha avuto la sua prima edizione in versione on demand su un canale Vimeo dedicato dal 17 al 30 giugno scorso. Collegato con i convegni internazionali “Andare Oltre. Uniti nella Luce” e “Oltre l’Oltre”, il LBLFF si focalizza sui temi escatologici per lo più legati alla vita oltre la vita, accogliendo anche tutto ciò che ruota attorno all’evento morte (accompagnamento, elaborazione del lutto, Esperienze di Premorte, Visioni dal letto di morte e le diverse interpretazioni date dalle differenti tradizioni), al concetto di destino e alle esperienze di medium, channeler e operatori olistici. Accoglie per la selezione cortometraggi, mediometraggi, lungometraggi, documentari, prodotti di video-arte e film di animazione.

Speedy Shop Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here